RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lunedì alla Cattolica punto su formazione nuovo farmacista

Roma – Il farmacista del futuro sara’ sempre di piu’ una figura cardine del sistema salute, caratterizzato da continua innovazione in particolare nell’ambito del Biotech. E’ questo il focus che ha ispirato la costruzione del programma formativo del nuovo Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia promosso dalla Facolta’ di Medicina e chirurgia dell’Universita’ Cattolica. In particolare Farmacia del territorio e dei servizi assistenziali, farmacovigilanza ed employability nell’ambito industriale e biotech saranno i temi al centro del confronto tra Universita’ e aziende che si terra’ lunedi’ 22 luglio alle ore 11 nell’Aula 715 della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma. “Nel meeting- spiega il professor Andrea Urbani, coordinatore del Corso di laurea in Farmacia- vogliamo favorire un confronto fra imprese del mondo Pharma e Biotech con docenti e programmi formativi dei Corsi di laurea in Farmacia e Biotecnologie per la Medicina Personalizzata, al fine di sviluppare ulteriori percorsi che vedano i giovani studenti dell’Universita’ Cattolica integrarsi con le realta’ imprenditoriali del territorio”. Nello sviluppare l’offerta formativa del Corso di laurea in Farmacia il tema della ‘employability’ e’ stato centrale nel percorso di discussione ed accreditamento ministeriale. Questa attivita’ richiede una costante azione per garantire quel fondamentale aggiornamento del portfolio di competenze che e’ alla base della ‘attrattivita” per il mondo del lavoro.

L’evento sara’ aperto alle ore 11 dal preside della Facolta’ di Medicina e chirurgia dell’Universita’ Cattolica Rocco Bellantone e dal direttore della sede di Roma dell’ateneo Lorenzo Cecchi. Alle ore 11.10 introdurranno i lavori il professor Andrea Urbani e la professoressa Ornella Parolini, coordinatrice del Corso di laurea magistrale in Biotecnologie per la Medicina personalizzata. Alle ore 11.30 iniziera’ la sessione delle relazioni, moderata dal professor Urbani, con gli interventi di Antonella Folgori (Reithera), Licia Tomei (Irbm Scienze Park), Rocco Crimi (Gruppo Pharmakrimi), Maria Cristina De Rosa, responsabile Icrm – Cnr Sezione di Roma, Enzo Lucherini (Gemelli Health System) e Giovanni Scambia, Direttore Scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs. Alle ore 12.45 si terra’ una tavola rotonda, moderata dal professor Urbani, sugli aspetti normativi per le esperienze professionali e lavorative degli studenti iscritti ai corsi di laurea con la partecipazione di Filippo Elvino Leone, responsabile dell’Ufficio Ricerca della Sede di Roma dell’Universita’ Cattolica, Angela Nappi, responsabile Gestione offerta e accreditamento della Sede di Roma dell’Universita’ Cattolica, e Irene Simone della Direzione Scientifica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs.

Il Corso di Laurea in Farmacia dell’Universita’ Cattolica e’ un percorso formativo che si propone di formare una figura professionale di farmacista che si integri nella rete sanitaria sul territorio fornendo gli strumenti intellettuali per essere dei consulenti della salute e del benessere. Una particolare attenzione e’ riservata a tre profili caratterizzanti che indirizzeranno gli studenti nei temi del management e marketing, dei dispositivi medico-diagnostici e dei percorsi assistenziali e del benessere. Il carattere innovativo del corso e’ rappresentato dalla spiccata attenzione verso la Farmacia dei servizi assistenziali. La possibilita’ di interazione con le professionalita’ mediche e sanitarie che operano presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e’ il forte valore aggiunto di questo percorso formativo. Inoltre, la presenza del corso di laurea in Economia e gestione dei Servizi garantisce la possibilita’ di acquisire conoscenze e competenze manageriali indispensabili per il Farmacista. Nell’ambito dei percorsi formativi, alle lezioni frontali si unisce la didattica di laboratorio, attraverso cui e’ possibile applicare le nozioni apprese e verificare la propria preparazione, nonche’ prepararsi all’ingresso nel mondo del lavoro. Al fine di un confronto con le realta’ lavorative concrete vengono proposte anche diverse attivita’ di tirocinio curricolare, formativo e di orientamento. Test di ammissione: 20 settembre. Posti disponibili al primo anno: 100. Scadenza per la presentazione delle domande: 13 settembre (mediante il link del sito istituzionale: https://roma.unicatt.it/facolta/medicina-e-chirurgia-ammissioni-ai -corsi-di-laurea-ammissione-a-farmacia).

Il Corso di laurea in Biotecnologie per la Medicina Personalizzata dell’Universita’ Cattolica prevede un piano di studi innovativo con corsi integrati che spaziano dalle biotecnologie in ambito cellulare (cellule staminali e loro applicazioni, microbiota) e molecolare (genomica, imaging ultrastrutturale, proteine ricombinanti), alle terapie avanzate in ambito medico e chirurgico, alle tecnologie di nuova generazione in diagnostica. In particolare nel secondo anno di corso lo studente potra’ scegliere tra due percorsi curriculari alternativi: diagnostico e terapeutico, mirati all’acquisizione delle rispettive competenze specialistiche per lo sviluppo e l’applicazione di nuove biotecnologie, comprendenti anche gli aspetti del marketing e dell’ambito regolatorio. L’aspetto di maggior rilievo e’ la notevole integrazione, durante l’intero percorso di studio, di attivita’ pratiche di laboratorio e stage presso aziende biotech. Queste attivita’ consentiranno agli studenti, selezionati tramite accesso a numero chiuso, di acquisire padronanza nell’utilizzo delle nuove tecnologie biomediche, in ambito diagnostico e terapeutico, nonche’ delle attivita’ gestionali e dei riferimenti regolatori associate alla loro applicazione. Gli obiettivi del corso sono pienamente coerenti e sinergici con le finalita’ della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs che nella Medicina personalizzata e nelle Biotecnologie innovative ha i due ambiti fondamentali delle proprie attivita’ di ricerca e di cura, consentendo anche la possibilita’ di tirocini nei laboratori di ricerca applicata e l’apertura possibili e diretti sbocchi futuri nel placement post lauream. Test di ammissione: 25 settembre. Posti disponibili al primo anno: 30. Scadenza per la presentazione delle domande: 13 settembre (mediante il link del sito istituzionale: https://roma.unicatt.it/facolta/medicina-e-chirurgia-ammissioni-ai -corsi-di-laurea-magistrale-2019-20-lauree-magistrali-biotecnologi e-per-la-medicina).