RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Metro B, le azioni di Atac in occasione della parziale interruzione di venerdì

Più informazioni su

In relazione al disservizio della metro B di ieri, venerdì 15 novembre, causato da un guasto al sistema di controllo della gestione dell’esercizio dei treni alla stazione Rebibbia – non generato dal maltempo – che ha determinato la parziale interruzione della linea nel tratto Rebibbia-Monti Tiburtina, Atac sottolinea di aver prontamente comunicato l’interruzione tramite il proprio canale twitter @InfoAtac alle ore 15.46 circa. Contemporaneamente sono iniziati gli annunci alla clientela nelle stazioni di metro A e metro B. 
L’azienda, inoltre, ha provveduto a inviare risorse del servizio di assistenza lungo il tratto interessato per favorire lo scambio dei clienti dal servizio metropolitano a quello di superficie, visto che subito dopo l’interruzione è stato attivato il servizio sostitutivo. Quest’ultimo ha visto impegnate sul territorio 27 vetture, ben oltre quelle previste per garantire servizio aggiuntivo. 
 
La gestione delle navette è stata resa difficoltosa dal traffico lungo la via Tiburtina, lungo la quale viaggiava il servizio sostitutivo, che risultava congestionata già prima del parziale blocco della metro B. Peraltro, probabilmente anche a causa della pioggia, si sono registrate condizioni difficili di viabilità in superficie in gran parte dell’area semicentrale e periferica almeno fino alle ore 21 circa. 
 
Complessivamente, durante l’emergenza,  sono stati emessi 25 tweet  su @InfoAtac. Tra questi, alle ore 17.02,  i due tweet di avvertimento che l’intera linea B era rallentata  a causa delle manovre dei treni in corso nel punto di inversione dei treni di Monti Tiburtini. Durante l’emergenza metro B, alle ore 17 circa si è verificato anche un rallentamento in metro A a causa di uno scippo avvenuto a bordo che ha richiesto l’azionamento del freno di emergenza indebitamente, anche tale evento è stato comunicato su twitter.
 
Alle 17.30 è stata comunicata la fine dell’interruzione metro attraverso i canali consueti Twitter e InfoAtac.
 
L’impegno profuso dall’azienda non ha potuto impedire, tuttavia, disagi ai passeggeri. Di questi Atac si scusa con la clientela.
 

Più informazioni su