Notizie del giorno: Libia e Venezuela

Notizie del giorno: Libia e Venezuela. Primi risultati nell’operazione di controllo nei mari della Libia. La Guardia costiera libica ha “salvato” 826 migranti.

Notizie del giorno Libia

News. Arrivano i primi risultati nell’operazione di controllo nei mari della Libia. La Guardia costiera libica ha infatti “recuperato e salvato”, grazie al supporto italiano, 826 migranti in due diverse operazioni a nord di Sabrata. E anche dal punto di vista del bilancio generale la tendenza sembra essersi invertita: rispetto ai 25.552 migranti di luglio 2016, quest’anno sono arrivate a luglio 11.183 persone (-52,5%) (TGCOM).

Prosegue intanto l’indagine a Trapani sulla Iuventa, con 15 iscritti a registro per reato di immigrazione clandestina. La pista attualmente seguita riguarda i contatti tra la Ong tedesca e gli scafisti, per cui ci sono trascrizioni di intercettazioni dove le due parti si accordano per lo scambio di migranti.

Alle prove si aggiungono foto che testimoniano episodi in cui i migranti vengono accompagnati a bordo della Iuventa, mentre gli scafisti vengono aiutati dai membri dell’equipaggio a tornare indietro. Medici senza Frontiere ha nel frattempo smentito di aver ricevuto comunicazioni sull’inchiesta da parte della Procura di Trapani.

Notizie del giorno: Libia

Notizie del giorno: Libia

Notizie del giorno Venezuela

Ultime notizie. Nicolas Maduro prosegue sul suo percorso, eliminando tutti i possibili ostacoli. Ieri è stata rimossa dal proprio incarico di procuratrice generale dello Stato Luisa Ortega Diaz, schieratasi nei mesi precedenti contro l’istituzione della nuova Assemblea costituente (ANSA).

La rimozione è stata ufficializzata dalla Guardia nazionale, che le ha impedito l’entrata in Procura. “Questa è una dittatura, ormai è evidente, hanno gettato la maschera” ha attaccato l’ex procuratrice, promettendo di continuare “a lottare per la libertà e la democrazia nel mio Paese”.

Secondo Ortega Diaz l’obiettivo principale della Guardia Nazionale era di “occultare e far sparire le prove sulla violazione dei diritti umani e sullo scandalo Odebrecht”, azienda brasiliana che avrebbe elargito mazzette al chavismo ma anche all’opposizione.

Nel frattempo il numero due di Maduro, Diosdado Cabello, ha garantito che la Costituente durerà due anni. Infine ieri è stata sancita l’espulsione del Venezuela dal Mercosur, patto economico tra gli stati sudamericani.