RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Nuovo centro a Roma contro ‘ronzio udito’. A soffrirne in Italia sono 2,5 milioni di persone

Più informazioni su

Un nuovo centro specializzato, in grado di curare i pazienti colpiti da acufene, un disturbo costituito da rumori o ronzii che sotto diversa forma possono risultare fastidiosi a tal punto da influire sulla qualità della vita dei pazienti. A soffrirne in Italia sono 2,5 milioni di persone. Dal 27 febbraio al 4 marzo si potrà contribuire alla realizzazione di una nuova struttura a Roma, promossa dall’Associazione italiana per la ricerca sulla sordità onlus (Airs), inviando un sms o chiamando da rete fissa (il numero verrà attivato a breve) per donare 2 euro. «Primo compito del centro – si legge nel comunicato dell’Airs – sarà l’istituzione di una ‘task forcè multidisciplinare di studio, ricerca ed intervento preventivo che affronterà la complessa problematica sulla base dell’esperienza acquisita dall’associazione: in 10 anni di attività sugli acufeni sono stati seguiti 8.000 pazienti e un alto numero di soggetti affetti da problematiche da rumore». Il ‘Centro nazionale per la ricerca, cura e prevenzione degli acufeni e delle patologie da rumorè sorgerà a Roma e svolgerà, appunto, attività di ricerca. Mentre per la parte medica, di diagnosi e cura, rivolta direttamente ai pazienti, si avvarrà dei servizi offerti dal Sistema sanitario nazionale (Ssn). «La struttura – riferisce l’Airs – ideata, coordinata e diretta dall’Airs Onlus (www.associazioneairs.it) si basa sulla sinergia con l’università Sapienza e con il Policlinico Umberto I di Roma , ed è rivolto sia ai pazienti con specifiche problematiche uditive, legate agli acufeni, sia ai soggetti a rischio o già colpiti da patologie e disagi causati dall’inquinamento acustico». «Inoltre il centro – prosegue l’Airs – intende svolgere attività clinica di studio sui soggetti con problematiche da rumore e attività di ricerca intensificando anche rapporti con altri laboratori avanzati come quello di Fisiopatologia della funzione uditiva del policlinico Gemelli di Roma e quello di ‘Bioacustica Hppr’ dell’università di Padova». «La campagna di raccolta fondi permetterà – sottolineano gli organizzatori – di dare una risposta concreta alle migliaia di persone che, ogni anno, si rivolgono all’Airs per avere aiuto medico e consigli pratici». Un altro obiettivo della struttura sarà la creazione di una banca dati «di grande utilità per la ricerca e per l’assistenza clinica – precisa il comunicato dell’Airs – realizzata sulla base dell’ampia casistica acquisita. La campagna di raccolta fondi permetterà di dare una risposta concreta alle migliaia di persone che, ogni anno, si rivolgono a noi per avere aiuto medico e consigli pratici».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.