RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Perdonanza Celestiniana: la 724esima dal 27 al 29 agosto

Più informazioni su

All’Aquila un ricco calendario di appuntamenti per la Settimana del Perdono. La 724esima Perdonanza Celestiniana: dal 27 al 29 agosto. Concerti, eventi e l’apertura della Porta Santa per celebrare il primo giubileo della storia.

Anche quest’anno, come ogni estate negli ultimi 724 anni, durante le giornate del 28 e 29 agosto all’Aquila si celebrerà la rievocazione della Perdonanza Celestiniana, l’indulgenza plenaria perpetua che Celestino V concesse a tutti i fedeli la sera della sua incoronazione a pontefice, avvenuta nel 1294 nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio.

Per una settimana la città abruzzese dal 24 al 29 agosto, sotto la guida del Maestro Leonardo De Amicis, si trasformerà in un vero e proprio cantiere artistico a cielo aperto e, dinanzi alla Basilica sarà allestito il Teatro del Perdono dove si svolgeranno i principali eventi della manifestazione. La programmazione spazierà da spettacoli musicali a momenti culturali e si aprirà con la cerimonia di attesa del Fuoco del Morrone a Collemaggio che, sulle note dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese e le voci recitanti di Lorena Bianchetti e Flavio Insinna, darà il via ai festeggiamenti della Perdonanza Celestiniana.

Il 24 agosto presso la piazza del Duomo dell’Aquila si terrà l’ultima data del tour mondiale dello spettacolo Jesus Christ Superstar con il ritorno dell’attore Ted Neeley nel ruolo di Gesù, mentre il 25 il cantautore Riccardo Cocciante racconterà il suo profondo legame con Rocca di Mezzo, terra d’origine della sua famiglia.  Si proseguirà lunedì 27 con una giornata ricca di manifestazioni musicali che animeranno le vie del centro storico, mentre il 28 agosto l’apertura della Porta Santa sarà preceduta da un lungo corteo storico che partirà nel pomeriggio dal Palazzo Comunale della città in direzione di Collemaggio.

Come ogni anno i protagonisti della rievocazione del corteo storico, oltre a circa mille figuranti in costume d’epoca, saranno la Dama della Bolla, custode del simbolico astuccio che fino al 1997 conservava la Bolla del Perdono, e il Giovin Signore, che porterà con sè il ramo d’ulivo utilizzato dal Cardinale per il rito di apertura della Porta Santa. Per l’occasione, la Bolla sarà esposta all’interno della Basilica di Collemaggio e, da mezzanotte fino all’alba, si alterneranno letture della Bibbia con intermezzi di musica antica e classica. Il gran finale si terrà mercoledì 29 con il concerto del cantautore romano Francesco De Gregori.

Questa ricorrenza storico-religiosa, che ha rivestito fin da subito un’importanza straordinaria da un punto di vista spirituale e sociale, offre inoltre l’occasione perfetta per godere delle bellezze architettoniche della città dell’Aquila. Oltre alla Basilica di Collemaggio e all’adiacente Parco del Sole, i visitatori possono infatti approfittarne per visitare anche la bellissima chiesa di San Bernardino con la sua facciata quadrangolare e la restaurata Basilica di San Giuseppe Artigiano alle spalle di Piazza Duomo.

Da non perdere inoltre il Forte Spagnolo a pianta quadrata, l’imponente edificio militare realizzato durante la dominazione spagnola del Seicento, circondato da un bellissimo parco dove rilassarsi all’ombra e fare una bella passeggiate nel verde. Un altro dei simboli dell’Aquila da fotografare è la Fontana delle 99 cannelle.

Situata nella zona della Rivera, una delle più antiche del centro storico, è formata da 99 piccoli tubi da cui sgorga l’acqua, che secondo la tradizione rappresentano gli altrettanti castelli che nel XIII secolo parteciparono alla fondazione della città.

La piazza della fontana è raggiungibile passando attraverso l’arco a tutto sesto di Porta Rivera, una delle entrate principali che assieme a Porta Leoni e Porta a Bazzano offrono all’accesso all’interno delle mura della città.

Più informazioni su