RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

A Roma la spesa più alta per slot e videolotteries

Più informazioni su

Slot e VLT: nel primo semestre: 2017 a Roma spesi 271,3 milioni, “sorpresa” Prato a 43,2 milioni

È Roma a occupare il primo posto nella classifica dei comuni italiani con la spesa più alta per gli apparecchi da gioco (slot e videolotteries). Nel primo semestre del 2017, secondo i dati diffusi dall’Agenzia Dogane e Monopoli ed elaborati da Agipronews, la spesa (ovvero la differenza tra raccolta totale e vincite) è stata pari a 271,3 milioni; di questi, 145 sono finiti all’erario. Al secondo posto Milano con 141,7 milioni (77 nelle casse dello Stato), poi Torino a 98 milioni. Ai piedi del podio Genova con 56,4 milioni, per Napoli c’è invece il quinto posto a 53,2 milioni. In top 10 anche Prato, unico comune della lista con meno di 200mila abitanti: per la città toscana la spesa arriva a 43,2 milioni, di cui poco meno della metà all’erario. LL/Agipro

Giochi, Monopoli: nel primo semestre 2017 spesi 9,3 miliardi

slot

slot

Nel primo semestre 2017, la spesa complessiva per il gioco fisico e online ha toccato i 9,3 miliardi di euro. È quanto emerge dai dati pubblicati dall’Agenzia Dogane e Monopoli elaborati da Agipronews e relativi alla spesa nel gioco nel 2016 e nel primo semestre del 2017. La spesa complessiva per il primo semestre 2017 risulta così ripartita: 5  miliardi di euro all’Erario e circa 4,3 miliardi alla filiera. L’incidenza dell’Erario sulla Spesa è quindi superiore al 54%.

La spesa complessiva per il gioco fisico e online nel 2016, invece, è stata di circa 19,4 miliardi di euro (pari al 20% della raccolta, che è arrivata a 96,1 miliardi). La popolazione adulta ha speso in media circa 400 euro/anno per persona.

Il totale dei 19,4 miliardi spesi nel gioco legale nel 2016 è affluito per 10,4 miliardi di euro all’Erario e per poco meno di 9 miliardi alla filiera (costituita da circa 100 mila soggetti tra concessionari, gestori, produttori di sistemi di gioco, esercenti tabaccherie).

Più informazioni su