Quantcast

Startup: 5 aspetti su cui lavorare per un’idea imprenditoriale di successo

Più informazioni su

    L’inizio di qualsiasi attività imprenditoriale è contrassegnata da tanto lavoro, da aspettative spesso sproporzionate, ma soprattutto da tanta eccitazione. Si è convinti che la nostra idea sia in grado di diventare il nuovo fenomeno mondiale, e si vuole iniziare quanto prima perché si vuole recuperare quanto investito perché si ha paura che perdere altro tempo comporti il rischio che qualcun altro ci preceda. Giusto avere fretta, giusto impegnarsi, ma per ottimizzare i risultati è preferibile concentrarsi su aspetti specifici e determinanti. Eccone 6 che possono fungere da guida per accompagnare la propria startup dagli albori sino all’impegno finanziario reale.

    imprenditore-di-successo

    1. Il cliente è tutto

    Il primo grande passo che si deve compiere riguarda la conoscenza del target a cui s’indirizza la propria futura attività imprenditoriale. Senza i clienti nessuna idea, anche ottima, potrà mai realizzarsi. Non basta concentrarsi generalmente sulla tipologia di destinatario della propria proposta, ma è necessario andare a scandagliare ogni segmento di quello specifico mercato, per capire quali siano le esigenze e le richieste, in modo da avere una base per operare nel miglior modo possibile. E parlando di startup di successo, è quello che ha fatto RockAgent nel settore immobiliare con l’abbattimento dei costi legati alle provvigioni d’agenzia. La cosa importante, che spesso non viene tenuta in debita considerazione, è non forzare la soluzione. Capire il cliente non significa che l’attività dovrà soddisfare qualsiasi loro bisogno. Scegliere a livello settoriale sarà probabilmente necessario, ma a quel punto si saranno maturare le conoscenze opportune per concentrarsi al meglio sul nostro lavoro in quella nicchia di mercato.

    2. La soluzione al problema

    Una volta circoscritta l’area d’azione dell’attività, sarà necessario concentrarsi sulla soluzione in grado di rispondere alle esigenze di quel particolare cliente. Per procedere senza correre il rischio di dimenticarsi di determinati aspetti importanti, è consigliabile prendere carta e penna è mettere per iscritto tutte le criticità e le necessità di quel tipo di clientela. Avere in mente i benefici che si vogliono concretizzare con la propria startup, sarà d’aiuto per velocizzare le scelte, indirizzandole in concreto verso l’obiettivo da raggiungere.

     3. Il tipo di business a cui siamo interessati

    Essere in grado di sviluppare un modello di business sano e capace di essere operativo e creare guadagno non è cosa semplice. Per avere successo bisogna prima di tutto mettere le proprie conoscenze settoriali per cercare di operare nella maniera più congrua e professionale possibile. Bisogna avere in mente in maniera chiare e inequivocabile le modalità di svolgimento dell’attività, per far sì che la stessa sia in grado di soddisfare il cliente e catturarne l’attenzione. Questo implica anche la definizione delle strategie mirate alla costruzione di un rapporto duraturo e proficuo con la clientela.. Infine, occhio ovviamente all’ossigeno che permette all’attività di continuare a respirare: i soldi. La definizione precisa dei costi permette una pianificazione più attenta e evita contraccolpi in caso di imprevisti.

    4. Non come i nostri concorrenti, semplicemente meglio di loro

    Ovviamente non bisogna fare l’errore di pensare di essere i soli a operare in quello specifico settore. Ma anche se lo si è nel presente, questo non implica che la situazione rimanga la stessa anche in futuro. La competizione, reale o potenziale che sia, c’è sempre ed esserne consapevoli aiuta a prepararsi a comprenderne i movimenti e a controbattere per difendere il proprio business. Rispetto verso tutti, ma partendo dalla consapevolezza nelle proprie armi segrete.

    5. I numeri definiscono il campo d’azione

    L’analisi della dimensione del mercato aiuta a capire l’entità dello sforzo finanziario richiesto, le modalità di azione, ma soprattutto i margini per creare guadagno attraverso la propria iniziativa imprenditoriale. La parte più difficile di questo aspetto riguarda il reperimento di numeri attendibili e attuali, ed nel caso in cui questi indichino qualche criticità, rimanere fermi utilizzando una tattica conservativa. Bisogna tenere presente prima di tutto che per avere qualche possibilità di successo, la nostra attività deve essere prima di tutto sostenibile.

    Più informazioni su