RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Tangenziale Est sarà tagliata a fette, niente tritolo

Roma – Non ci sara’ alcuna esplosione come avvenuto per il ponte Morandi di Genova. La Tangenziale est di Roma, il cui cantiere per l’abbattimento si e’ aperto stamani, sara’ smontata a pezzi, letteralmente tagliata a fette, trave per trave, tra i vari piloni che attualmente reggono la sopraelevata nel tratto di 500 metri dallo svincolo verso via Lorenzo il Magnifico all’area del Verano. I lavori, ha spiegato stamattima l’assessore ai Lavori pubblici del Comune, Margherita Gatta, saranno svolti in quattro macrofasi: “La prima sara’ dedicata alla caratterizzazione del materiale. Seguira’ la fase della bonifica da eventuali ordigni bellici, come prevede la legge, poi l’abbattimento vero e proprio, articolato in 12 fasi per 6 mesi, e infine la sistemazione del piazzale”. I lavori dureranno 450 giorni, al termine dei quali, hanno spiegato i tecnici del Campidoglio, oltre a sparire la rampa sopraelevata sara’ sistemato anche il piazzale ovest. Attualmente il progetto prevede la realizzazione di parcheggi ma, a seguito di una fase di progettazione partecipata con i comitati di quartiere, si sono aperte le discussioni, anche in seno alle commissioni del Comune, per realizzare al posto del parcheggio un’ampia piazza pedonale a forma di ‘L’ con un bosco urbano. Ci sara’ tempo per arrivarci, all’interno dei 450 giorni previsti. Ancora in discussione, invece, la localizzazione del parcheggio Tibus, che probabilmente sara’ spostato sull’altro lato della stazione Tiburtina.

La demolizione vera e propria’ sara’ effettuata con due tecniche, una idraulica, con taglio e sollevamento degli elementi tramite gru. E intetessera’ la parte dove la rampa e’ molto alta. L’altra di tipo meccanico tradizionale (‘top & down’), con macchine a terra (anche escavatori radiocomandati) dotati di pinza idraulica per frantumare i materiali della struttura tra un pilone e l’altro. Durante questa procedura e’ previsto l’uso di nebulizzatori ad acqua per le eventuali polveri che si potrebbero alzare. In prossimita’ delle case saranno posizionati pannelli fonoassorbenti di 8 metri per il contenimento dell’inquinamento acustico. Per quanto riguarda la viabilita’, nei giorni necessari al completamento della demolizione, sara’ chiuso il traffico sia pubblico che privato che scorre sopra il piazzale ovest della stazione Tiburtina e tutti gli accessi alle rampe saranno vietati. Nel dettaglio, sulla circonvallazione Tiburtina, direzione via Salaria, sara’ vietato il transito nella corsia principale della tangenziale est allo svincolo Portonaccio-Tiburtina. Alla fine di via Lorenzo il Magnifico, sulla circonvallazione Nomentana, direzione San Giovanni, non sara’ consentito il transito dei veicoli nella corsia principiale, in prossimita’ di via Teodorico. Sara’ obbligatorio svoltare a destra verso la corsia complanare con divieto di transito in entrata all’altezza del civico 490/496. Su via Tiburtina, direzione Verano, sara’ istituito il divieto di transito sulla rampa di immissione della tangenziale est, in prossimita’ di via Masaniello per i veicoli in direzione via Salaria. Prevista anche la chiusura della rampa all’altezza di piazzale delle Crociate, direzione stadio Olimpico.