RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

TG RDN del 15/11/18

RAGGI: SU BILANCIO AMA VOGLIO UNA SOLUZIONE IMMEDIATA

La sindaca di Roma prova a risolvere l’emergenza conti di Ama, dopo otto mesi di braccio di ferro tra l’azienda e il Campidoglio. In mattinata Virginia Raggi ha convocato gli uffici a palazzo Senatorio per avere “una soluzione immediata”. Ieri sera, intanto, il collegio sindacale ha revocato il parere positivo al bilancio 2017 approvato ad aprile dal cda dell’azienda e Raggi ha convocato l’ad e presidente di Ama, Lorenzo Bagnacani, per trovare un’intesa senza cui si rischia il fallimento. La soluzione potrebbe essere una due diligence sui 18 milioni di crediti vantati dall’azienda verso il Campidoglio che l’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti, non vuole riconoscere.

BANCA D’ITALIA: NEL 2018 CRESCITA ECONOMICA LAZIO PIÙ DEBOLE

Nel 2018 si indebolisce la crescita economica nel Lazio. A dirlo e’ la Banca d’Italia che con il suo aggiornamento congiunturale fa il punto sullo stato di salute della regione. Nella prima parte dell’anno, l’andamento e’ stato piu’ favorevole per le aziende di maggiori dimensioni e per il comparto industriale, mentre le esportazioni sono diminuite del 2,3%. E se la spesa per gli investimenti resta contenuta, per il settore delle costruzioni l’aggiornamento parla di ristagno. Performance positiva per il turismo, che vede crescere le presenze del 3,1% e aumentare la spesa dei visitatori del 6,8%. Il tasso di disoccupazione arriva all’11,8%, poco sopra l’11,1% del Paese.

VIA DA STRADE NOMI FIRMATARI MANIFESTO RAZZA, A STUDENTI SCELTA

E’ iniziato il percorso che portera’ il Campidoglio a cambiare i nomi di due strade di Roma, largo Arturo Donaggio e via Edoardo Zavattari, intitolate a due firmatari del manifesto della razza. La sindaca Virginia Raggi ha incaricato gli studenti, nel corso di un incontro che si e’ svolto questa mattina al cinema Andromeda, di scegliere i nomi nuovi tra una lista di sette scienziati che nel 1938 provarono a contrastare le leggi razziali.

MIGRANTI. SGOMBERO NON CHIUDE BAOBAB: CONTINUEREMO ACCOGLIENZA

Baobab Experience non chiude, anzi rilancia. Dopo lo sgombero di oltre 150 migranti, due giorni fa in piazzale Maslax al Tiburtino, gli organizzatori annunciano pubblicamente che continueranno a dare accoglienza ai migranti della Capitale. “Il 23 novembre saremo alle 15 sotto Montecitorio nel giorno in cui il decreto Salvini approdera’ alla Camera”, ha annunciato Andrea Costa, uno degli attivisti di Baobab, che ha anche ringraziato i cittadini che stanno portando coperte e cibo ai 57 migranti rimasti in strada, a piazzale Spadolini, dopo lo sgombero.