RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Youtube: La TV della nuova generazione

Più informazioni su

Per le nuove generazioni, grandi fruitrici di contenuti multimediali, la televisione rappresenta un mezzo tecnologico ormai obsoleto. Il modo in cui i ragazzi di oggi vivono i programmi televisivi è mediato da computer, tablet e smartphone. In questo modo sono liberi di scegliere cosa vedere, quando e ovunque si trovino. La tv in un certo senso è diventata mobile. La staticità di un tempo che costringeva ad una visione casalinga delle programmazioni televisive è ormai retaggio del passato, almeno per quanto riguarda i giovani. Maggiore artefice di tale rivoluzione è l’avvento di YouTube.

La piattaforma web nata nel 2005 dall’estro creativo di tre ragazzi, Chad Hurley, Jawed Karim e Steve Chen ha conosciuto fin dagli esordi un tasso di crescita in continuo incremento. YouTube ben presto da sito di condivisione di video amatoriali si è trasformato in un fenomeno mondiale per quanto riguarda la diffusione della comunicazione. Trailer, video di fantasia, video divertenti, slideshow, videoclip, informazione, intrattenimento, in pratica qualsiasi argomento o genere è rappresentato su YouTube.

Generazione Youtube

La generazione costituita dai ragazzi di età dai 13 ai 18 anni è una di quelle che maggiormente visualizza i contenuti del canale YouTube tanto da essere definita appunto “generazione YouTube”. A differenza dei loro genitori, i ragazzi di oggi non amano rimanere immobili davanti all’apparecchio televisivo a fruire dei contenuti proposti, bensì vivono i programmi televisivi come libera scelta tra le tante visualizzazioni che effettuano nel web. Inoltre grazie a tablet e smartphone riescono ad essere connessi tutto il giorno. Dunque è una generazione che continua ad essere interessata a quanto proposto dal mezzo televisivo ma lo fruisce in modo diverso. Ossia sebbene la televisione, intesa nel modo tradizionale del termine, vede un calo del pubblico giovanile, i programmi televisivi sono comunque visualizzati dai giovani. Ma quali sono i contenuti maggiormente apprezzati dai teen-ager? In particolare le serie televisive ma anche alcuni programmi realizzati ad hoc per un target giovanile. Però YouTube propone anche un’altra genere di televisione nata nel web e fatta di videoclip e canali televisivi sorti nella stessa rete.

Da leggere: Dichiarazione di WIN sulle nuove attivita’ di YouTube

La televisione online è spesso tematica ed ultra specializzata e vede la nascita di star del web che grazie ai loro canali sono in grado di raggiungere una notorietà mondiale. Questi nuovi talenti della comunicazione vivono gli stessi interessi dei loro fan che trattano come discepoli.

Ad esempio alcuni “famosi” giovani Youtuber come:

Nicolò Balini 713.702 iscritti – Link al canale
Marcello Ascani 264.631 iscritti – Link al Canale
Francesco Galati 134.310 iscritti – Link al canale

riescono a vivere dei guadagni nati dalla loro passione, rivolgendosi principalmente ad un pubblico di teen-ager. Anche io che non sono più un teen-ager seguo con interesse i loro canali, perché pur essendo giovani sanno comunicare alla grande le loro esperienze ed avvolte sono molto utili.

I miei canali di intrattenimento:

Tech

Andrea Galeazzi
HD Blog
Manuel Agostini
Sindrome da shopping
Fede Tutorial

Studio

Marco Montemagno
Dario Vignali
Antonio Vida
Dario Bressaninni

Intrattenimento

Quei due sul server
The Jackal
The Pills
Le coliche
Casa surace
Vegan Chronicles
Space Valley
MRNBD
Bob Liuzzo
Primitive Technology
Will Smith
BigDawsTv
Police Activity

E molti altri ;D.

Insomma la rapidità con cui si può accedere alle visualizzazioni gioca un ruolo fondamentale nell’attrazione che YouTube suscita nelle nuove generazioni che trova una vastissima gamma di intrattenimento all’interno di un’unico strumento. I contenuti multimediali sono basati principalmente sull’impatto visivo e sulle forti emozioni. Musica e filmati sono ricercati in rete in modo spasmodico.

È ormai superata l’epoca in cui il momento della fruizione televisiva era anche il momento della riunione familiare e si condividevano i contenuti da vedere. La generazione YouTube vive in modo personale la visione dei video e la condivisione arriva in un secondo momento tramite i social. YouTube ha determinato la fine della tv generalista a favore di una tv on demand e basata sui propri interessi come dimostra lo sviluppo dei canali tematici.

YouTube è l’evoluzione naturale della tv, ma quali novità porterà ancora il futuro?

Non è possibile fare previsioni a causa della rapida evoluzione della tecnologia. Sicuramente si andrà verso un incremento dei contenuti interattivi e basati sugli interessi dei singoli. Questo da un lato ostacolerà maggiormente le comunicazioni personali ma allo stesso tempo porterà il singolo a connettersi ed interagire con una platea più vasta. Gli interrogativi che nascono sono molti e numerose voci si alzano in difesa dei bambini, anche loro fruitori estremi di YouTube.

I genitori infatti cedono volentieri momentaneamente i loro smartphone ai piccoli per farli distrarre guardando i cartoni animati. In questo modo si alleva una nuova generazione YouTube, ma forse non è il caso di allarmarsi, ogni innovazione tecnologica comporta interrogativi sul futuro delle nuove generazioni. Come un tempo si criticava l’uso della televisione come mezzo per tenere buoni i bambini ora si guarda con notevole disappunto l’uso eccessivo della rete da parte di adolescenti e bambini.

Più informazioni su