Quantcast

18mila euro per far sfigurare la ex, indagine lampo dopo l’allarme

Più informazioni su

Roma – “C’e’ qualcuno in Italia che vuole far male a una ragazza”. Questa la segnalazione arrivata dal Servizio per la Cooperazione Internazionale della Direzione Centrale della Polizia Criminale, agli investigatori romani che hanno condotto “un’indagine lampo”, portata avanti in tempi estremamente rapidi per battere sul tempo il mandante e soprattutto il potenziale esecutore del crimine.

La conferma arriva dalla dottoressa Pamela Franconieri, che dirige la IV Sezione della Squadra Mobile di Roma, specializzata in reati sessuali, contro le donne, i minori e le fasce vulnerabili.

Un pool che ha indagato freneticamente per fermare le intenzioni di un 40enne lombardo, il quale aveva assoldato un sicario sul dark web per far sfregiare con l’acido e rendere inferma la sua ex fidanzata.

L’indagine, diretta dalla Procura delle Repubblica di Roma e svolta congiuntamente dal Servizio Polizia Postale delle Comunicazioni, dalla Squadra Mobile di Roma, dal Compartimento Polizia Postale per il Lazio, e con la collaborazione del Distretto Monteverde, ha consentito di identificare la vittima e portare alla luce, in brevissimo tempo, l’intera vicenda. Secondo quanto si apprende, una volta arrivata la segnalazione, il lavoro della Squadra Mobile e’ stato frenetico e incessante, assicura chi indaga.

Più informazioni su