RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Rimini, polacco spacciava anabolizzanti vietati, denunciato

Più informazioni su

I Carabinieri del NAS di Bologna, con la collaborazione dei militari del NAS di Taranto, hanno sequestrato oltre 3700 confezioni di integratori alimentari anabolizzanti, del valore commerciale complessivo di 200.000 euro circa. Perquisite palestre e rivendite di integratori alimentari nelle province di Forlì Cesena, Rimini e Taranto, alla ricerca di integratori provenienti dalla Polonia, contenenti sostanze medicinali ad azione dopante. Deferite in stato di libertà due persone – un 43enne  di origine polacca residente a Rimini e un 48enne della provincia di Taranto – per commercio di sostanze alimentari nocive e commercio illegale di sostanze farmacologicamente attive.

L’attività di indagine è scaturita da un controllo di natura amministrativa effettuato, nei mesi scorsi, dai Carabinieri del Nas di Bologna, a Rimini, in occasione di una nota manifestazione fieristica. Nella circostanza i militari avevano individuato uno stand espositivo, gestito da un 43enne di origine polacca, che esponeva integratori alimentari non notificati al Ministero della Salute e contenenti sostanze non ammesse.

Gli integratori, immediatamente sequestrati, venivano campionati ed inviati all’Istituto Superiore di Sanità per la determinazione dei componenti. Le analisi evidenziavano la presenza di sostanze medicinali ad azione dopante, nello specifico “clomifene”, principio attivo farmacologico, di conseguenza la Procura della Repubblica di Rimini ha emesso i relativi decreti di perquisizione e sequestro sull’intero territorio nazionale.

Più informazioni su