RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

A processo lo stalker di Giada De Blanck

Più informazioni su

Giada de Blanck

Giada De Blanck

Da semplice ammiratore si è trasformato in uno stalker ossessivo e minaccioso.  Ha tormentato Giada De Blanck tra il 2004 e il 20012, per conquistare la simpatia della ragazza, hanno finito per trascinare l’uomo davanti ai giudici della quinta sezione penale del tribunale monocratico di piazzale Clodio.

L’imputato, al momento irreperibile, si dovrà difendere dall’accusa di stalking nei confronti di quella che reputa essere, a tutti gli effetti, la donna dei suoi sogni.

L’uomo una volta scoperta l’abitazione della ragazza, tra il gennaio e l’aprile del 2012, si sarebbe introdotto ripetutamente nell’edificio lasciando sullo zerbino tutta una serie di oggetti, a cominciare da una rosa rossa, seguita poi da alcuni frammenti di marmo, da un registratore e da una coppia di ricetrasmittenti.

L’avvocato della De Blanck, Daniele Bocciolini, fa sapere che non si costituiranno parte civile, Giada non vuole essere risarcita ma chiede solo di poter tornare a vivere serenamente, senza la paura di uscire di casa. Per questo si chiederà l’applicazione in via provvisoria di una misura di sicurezza che possa tutelare l’incolumità della ragazza.

Più informazioni su