Quantcast

Adm sequestra sigarette vendute senza licenza in un bar

Più informazioni su

Roma – A finire nei guai e’ stato un bar di Roma che, controllato dai funzionari ADM dell’Ufficio dei Monopoli per il Lazio, ricevera’ una sanzione amministrativa che va dai 5 a 10mila euro, in quanto deteneva per la vendita sigarette, sigari, cartine e filtri senza pero’ averne regolare licenza.

I funzionari, a seguito di segnalazione, hanno effettuato un controllo approfondito del locale scoprendo tabacchi e cartine conservati in un cassetto del bancone.

I pacchetti erano regolarmente provvisti di contrassegno di legittimazione, tuttavia, proprio in virtu’ delle severe normative che regolano la corretta commercializzazione dei tabacchi anche a tutela della salute pubblica, gli stessi possono essere venduti solo dagli esercizi regolarmente autorizzati.

Alla richiesta di esibire le prescritte licenze di vendita di generi di monopolio, il titolare ha “candidamente” ammesso di non esserne in possesso: in totale sono stati trovati 40 pacchetti di sigarette e sigari di varie marche, per un totale di0,8 00 kg e una scatola di cartine e filtri.

Si e’ proceduto al sequestro dei tabacchi e delle cartine. Sara’ elevata, nei confronti del titolare, una sanzione amministrativa di 3.300 euro. (art 16 della legge 689/81).

La vendita sottobanco di sigarette di legittima provenienza ai propri clienti, anche se al prezzo di costo e dunque senza lucro o, come generalmente capita di sentirsi dire, per offrire un servizio di cortesia ai propri clienti, e’ una violazione che puo’ costare molto cara, dal momento che il commercio di sigarette e’ consentito solo nelle rivendite o dai patentini autorizzati da ADM. Cosi’ in un comunicato l’Adm.

Più informazioni su