RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Annega bimba di 8 anni, choc a Nettuno

Più informazioni su

Choc sul litorale romano. Una bambina di 8 anni di origine russa e’ morta annegata nei pressi dello stabilimento ”La Quiete”, a Nettuno,  dove si trovava assieme ai genitori.

Poco prima delle 18 madre e figlia sono entrate in acqua, a soli 50 metri dalla riva. Il mare era mosso, la bimba arrancava, spariva sott’acqua, era in balia della corrente e non riusciva a tornare a riva. La donna si è subito resa conto che la figlia era in difficoltà.

Disperata ha gridato aiuto con tutto il fiato che aveva in corpo, attirando l’attenzione dei due assistenti bagnanti dello stabilimento che sono saliti a bordo del pattino, riuscendo in pochi minuti a recuperare la piccola, caricandola a bordo.

Le sue condizioni sono apparse subito gravi. Arrivati a riva, a dare il cambio ai due assistenti sono stati due medici in vacanza nello stabilimento balneare e che hanno cercato di rianimare la piccola.

La piccola è stata portata in gravissime condizioni all’ospedale di Anzio da un’ambulanza del 118. Pochi minuti dopo il ricovero, però, il suo cuore ha smesso di battere, gettando nella disperazione i genitori.

Sulla spiaggia sono intervenuti i marinai della Capitaneria di porto di Anzio, coordinati dal comandante Luigi Vincenti, che fino alla tarda serata di ieri hanno ascoltato i soccorritori e numerosi testimoni per ricostruire la dinamica della tragedia.

 

 

Più informazioni su