RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

APPALTI | Tre arresti a Potenza, uno è consigliere comunale

Più informazioni su

Truccare le aste per gli appalti di lavori pubblici pare sia da tempo uno sport più frequentato di quelli delle Olimpiadi. Accusate di aver truccato appalti e gare pubbliche creando “cartelli occulti”, tre persone – tra le quali un consigliere comunale di Potenza di centrosinistra – sono da stamani agli arresti domiciliari a Potenza e in comuni del circondario, altre tre hanno ricevuto il divieto di dimora e una è sottoposta ad obbligo di firma: le sette ordinanze sono state eseguite dalla squadra mobile della questura del capoluogo lucano.

Le ipotesi di reato della Procura della Repubblica, condivise dal gip, sono turbata libertà degli incanti e del procedimento di scelta del contraente in relazione a gare di appalto e affidamenti di lavori, corruzione e induzione indebita a dare o promettere utilità.

Nell’inchiesta sono coinvolti imprenditori, amministratori e funzionari pubblici di Potenza, Pietragalla e Avigliano (Potenza). La Polizia ha scoperto che veniva osservato un vero e proprio “protocollo” che garantiva il “rispetto” di tutte le fasi delle gare pubbliche. Gli agenti della Polizia hanno consegnato anche avvisi di conclusione di indagine a 13 persone: imprenditori, amministratori locali e funzionari della Provincia di Potenza e del comune di Brienza (Potenza).

La Polizia ha accertato che gli imprenditori coinvolti nel ”protocollo collusivo” lo consideravano ”l’unico espediente per dare continuità e stabilità alle proprie imprese” e anche ”l’unico metodo da poter utilizzare anche per le gare future”. I funzionari, invece, usavano i loro poteri in cambio di un viaggio, di un cambio di pneumatici per la loro auto, di piccole somme di denaro o prestazioni professionali ”di importo non rilevante”. Secondo quanto accertato durante l’operazione ”vento del Sud”, il numero delle gare ”inquinate” e delle ”condotte illecite accertate è risultato per nulla trascurabile”.

Più informazioni su