RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Ardeatina, donna mutilata: corpo abbandonato poche ore prima del ritrovamento

Più informazioni su

Sarebbe stato scaricato nel campo di via Porta Medaglia poche ore prime del ritrovamento, nella notte o forse all’alba. È quanto ipotizzano gli investigatori che indagano sull’omicidio della donna trovata morta senza testa nè gambe. Dalle testimonianze raccolte in zona sarebbe emerso che il giorno precedente il corpo mutilato in quel punto non ci fosse. Il luogo del ritrovamento per gli investigatori potrebbe essere casuale poichè in quel punto c’era l’unico slargo di tutta la strada. Poco distante, a circa 50 metri dal luogo del ritrovamento del cadavere, è stata trovata nascosta dagli alberi una poltrona rossa accanto a un sacco contenente preservativi usati dove solitamente si prostituiva una trans.

Si cerca tra le persone scomparse in tutta Italia per dare un nome al cadavere della donna, decapitata e senza gambe, trovato alcuni giorni fa in un campo in zona Ardeatina. Entro una decina di giorni si potrebbe arrivare all’identitá della vittima. Un’eventualità possibile salvo che si tratti di una straniera irregolarmente sul territorio italiano. Gli investigatori infatti passeranno nelle prossime al setaccio tutte le denunce di persone scomparse che stanno arrivando negli uffici della squadra mobile dopo l’invio di richieste informative sulle donne scomparse in tutto il Paese. Oggi la polizia ha passato al setaccio la zona, in particolare tutti i casolari e raccolto varie testimonianze. A quanto si apprende, è stata ascoltata anche una prostituta. La donna avrebbe raccontato che su quella strada «lavorano» in 10 e stanno tutte bene.

Saranno diffuse nei prossimi giorni nei Paesi Europei e poi in tutto il mondo le impronte digitali prelevate dal cadavere mutilato trovato nel campo in zona Ardeatina. È quanto si apprende da fonti investigative. Sono in corso anche ricerche su eventuali casi simili avvenuti in passato nel Paese per trovare possibili analogie. A colpire gli investigatori l’accanimento del killer sul cadavere a cui sono stati tolti gli organi, probabilmente con un coltello. Un’operazione effettuata, secondo gli inquirenti, dopo aver inciso due grossi tagli sull’addome. Saranno vagliate anche le immagini registrate dal satellite ed effettuati riscontri sulle celle telefoniche che potrebbero essere state agganciate quella notte dal presunto killer.

Più informazioni su