RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Arrestata dalla Polizia una “banda” di albanesi

Più informazioni su

Un edificio in costruzione in località Dragona divenuto nascondiglio per la droga.

I responsabili – 3 cittadini albanesi –  sono stati individuati e arrestati dagli agenti del Commissariato Esquilino.

Un’indagine effettuata dagli uomini della dott.ssa Rossella Matarazzo –  durata quasi un mese – che ha avuto il suo epilogo nella tarda serata di ieri.

2,9 kg di marijuana e 100 gr di cocaina, oltre ad una pistola completa di caricatore e cartucce: questo quanto sequestrato dagli investigatori all’interno di un appartamento  in via Carlo Casini – a Dragona – in un edificio in costruzione.

I poliziotti hanno deciso di intervenire fermando per un controllo un’ autovettura, con a bordo 3 persone, che sono state identificate; uno di loro, svolgendo mansioni di “guardiano” del cantiere dell’edificio, aveva la disponibilità delle chiavi di alcuni appartamenti.

All’interno di una di queste unità abitative – evidentemente abitata –  gli agenti hanno trovato dentro una giacca, all’interno di un armadio, una pistola con caricatore completo di 9 cartucce; da un controllo è emerso che l’arma risultava provento di furto in abitazione avvenuto lo scorso dicembre a Mentana.

Inoltre, dentro una valigia ed una scatola, sono stati trovati 100 gr di cocaina e 2,9 kg di marijuana; sul posto trovato e sequestrato anche un macchinario utilizzato per “l’impacchettamento” dello stupefacente.

Identificati per L.E., L.R. e L.A., rispettivamente di 23,27 e 29 anni –  tutti albanesi – i tre sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi.

Arresto convalidato quest’oggi dall’Autorità Giudiziaria, con il conseguente accompagnamento dei tre malviventi in carcere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.