Arrestato 36enne: era sorvegliato speciale e guidava auto con fermo amministrativo

Più informazioni su

Roma – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma in due distinti interventi, hanno arrestato un 36enne di Fiumicino per violazione dell’obbligo di sorveglianza speciale e hanno denunciato in stato di liberta’, per porto di armi od oggetti atti ad offendere, un altro romano di 31 anni.

Nello specifico, una pattuglia della Sezione Infortunistica del Nucleo Radiomobile di Roma, mentre percorreva il G.R.A., all’altezza del km 50, ha notato il 36enne che conduceva la sua Golf, a velocita’ sostenuta, sulla corsia d’emergenza. Fermato per un controllo, i Carabinieri hanno accertato, che sul conto dell’uomo gravava la misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel suo comune di residenza e che l’auto che conduceva, era sottoposta a fermo amministrativo.

Ulteriori accertamenti dei militari, hanno fatto emergere che il 36enne non aveva mai conseguito la patente di guida, facendo cosi’ scattare dai militari anche le sanzioni previste dal codice della strada.

In viale Palmiro Togliatti, sempre i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, durante un controllo alla circolazione stradale, hanno fermato un 31enne, gia’ noto alle forze dell’ordine, che sin da subito si e’ mostrato con un atteggiamento nervoso nei confronti dei militari. Durante il controllo, i Carabinieri hanno rinvenuto, all’interno dell’abitacolo un coltello a serramanico con una lama di 7 cm.

I militari dai successivi controlli, hanno scoperto che anche il 31enne era alla guida senza patente, perche’ mai conseguita, ed hanno proceduto al fermo amministrativo dell’autovettura per tre mesi oltre alla sanzione amministrativa. Cosi’ in una nota il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Roma.

Più informazioni su