RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Banda di spacciatori, capo era proprietario di una pizzeria a Quarticciolo. Trovata calibro 22 in casa

Più informazioni su

A capo della banda arrestata la notte scorsa dai carabinieri della compagnia Roma Trastevere c’era un romano di 35 anni, proprietario di una pizzeria del Quarticciolo. L’uomo, residente al Trullo, provvedeva a rifornire i suoi due collaboratori, un 33enne e un 41enne, anche loro romani e già conosciuti alle forze dell’ordine, delle dosi di droga, principalmente cocaina, che venivano spacciate nella zona di Bravetta. Il capo e il suo braccio destro, di 41 anni, sono stati portati nel carcere di Rebibbia mentre per il pusher più giovane sono stati disposti gli arresti domiciliari. Nell’ambito dell’operazione, i carabinieri della compagnia Roma Trastevere hanno eseguito numerose perquisizioni. Nell’abitazione del 35enne, i militari hanno rinvenuto una pistola a tamburo calibro 22, con 7 colpi inseriti, altri 180 proiettili calibro 22, circa 90 grammi di cocaina, materiale per il confezionamento delle dosi e 400 euro in contanti ritenuti provento dell’illecita attività del sodalizio. La pistola, illegalmente detenuta, sarà inviata agli specialisti del laboratorio di balistica del Ris di Roma, le cui analisi sveleranno se sia stata utilizzata in eventi delittuosi.

Le perquisizioni dei Carabinieri hanno interessato anche la pizzeria del Quarticciolo di cui il 35enne è proprietario. Nel corso delle indagini, infatti, è emerso che l’uomo provvedeva a spacciare droga anche all’interno dell’esercizio commerciale, nascondendo le dosi nel cartone della pizza da asporto che i clienti più affezionati gli chiedevano. Anche nel locale, i militari hanno sequestrato proiettili calibro 22 e munizioni calibro 9. Le perquisizioni, disposte con apposito decreto dal Tribunale di Roma, sono state eseguite anche nelle abitazioni di altre tre persone, individuate a vario titolo dai Carabinieri nel corso delle indagini, ma che al momento rivestono la qualità di indagati. Gli arrestati sono ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.