Controlli affittacamere Termini: sanzioni e chiusure per strutture adiacenti stazione foto

Roma – Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante hanno eseguito un mirato servizio di controllo delle strutture ricettive, ubicate nell’area adiacente la stazione ferroviaria “Termini”. Tre cittadini cinesi, uno egiziano e uno del Bangladesh, gestori di cinque affittacamere- tre in via Rattazzi, uno in piazza Vittorio Emanuele II e uno in via Bixio- sono stati sanzionati: tre per avere ampliato il numero di posti letto, senza autorizzazione e gli altri due per la mancata esposizione dell’autorizzazione relativa all’attivita’ ricettiva.

I Carabinieri hanno anche avanzato la proposta di chiusura delle attivita’ alla competente autorita’ di Pubblica Sicurezza. I Carabinieri hanno poi notificato la chiusura, per l’ex art. 100 del T.u.l.p.s., ad altri 3 affittacamere, due in via Principe Umberto e una in piazza Vittorio Emanuele II. Tali provvedimenti di chiusura sono stati emessi dal Questore di Roma su richiesta dei Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante che, a seguito di numerosi precedenti controlli, avevano gia’ accertato e contestato l’ampliamento non autorizzato della capacita’ ricettiva, per un totale di ulteriori 30 posti letto, oltre a scarse condizioni igienico sanitarie e a una non corretta registrazione deli ospiti.

Complessivamente nel corso dell’attivita’ di controllo, i Carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative per un importo di 22.300 euro. Cosi’ in un comunicato il Comando provinciale Carabinieri Roma.