Controlli antiborseggio: 11 arresti

Più informazioni su

    Attenzione costante dei carabinieri per garantire sicurezza ai tanti turisti ancora in città per il ponte della Befana. A Termini un cittadino romeno di 24 anni, già conosciuto alle Forze dell’Ordine, è stato arrestato dai carabinieri dopo aver aggredito e rapinato due fratelli di 20 e 23 anni; sempre a Termini una pattuglia di Carabinieri ha arrestato un cittadino afghano di 36 anni che aveva appena molestato una 16enne. Ancora otto borseggiatori sono finiti nella rete dei militari dell’Arma. Il primo in ordine di tempo è stato un cittadino algerino di 28 anni, già noto alle forze dell’ordine, pizzicato a bordo di un treno della linea metropolitana Ostia – Fiumicino. L’uomo, giunto all’altezza della stazione ferroviaria di Roma Tuscolana, approfittando della folla di passeggeri ha tentato di sfilare il portafogli ad un passeggero ma sfortunatamente per lui sullo stesso mezzo viaggiava anche una pattuglia di Carabinieri in borghese, che notati gli strani movimenti, lo bloccato ed arrestato. Due 24enni nomadi, entrambe vecchie conoscenze delle forze dell’ordine, sono state arrestate dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, fermate a bordo di un vagone della linea A della metropolitana, all’altezza della fermata «Spagna», dopo aver sfilato il portafogli con 120 euro ad giovane turista nipponico. Una cittadina romena di 26 anni ed un cittadino marocchino di 40 sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Via Veneto, sorpresi dopo aver sfilato il portafogli ad una giovane italiana che viaggiava su di un vagone della metro linea a all’altezza della fermata «Barberini». Due cittadini romeni rispettivamente di 25 e 27 anni, con precedenti, arrestati dai Carabinieri della Stazione di Roma Vittorio Veneto, «pizzicati» all’altezza della fermata «Repubblica» dopo aver alleggerito un turista del portafogli con all’interno 300 euro. Il protagonista dell’ultimo episodio è stato ancora una volta «nonno Benito», vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. L’arzillo 82enne è stato arrestato dai Carabinieri del Comando Piazza Venezia in via delle Botteghe oscure all’interno dell’autobus 64 dopo aver tentato di alleggerire un turista. Gli otto «manolesta» arrestati dai Carabinieri sono a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa del rito direttissimo e dovranno rispondere di furto aggravato, mentre la refurtiva recuperata dai militari è stata restituita ai legittimi proprietari.

    Più informazioni su