RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Controlli antispaccio, si nascondeva tra impalcature. Arrestate 11 persone

Più informazioni su

Sono state undici le persone cadute nelle maglie della rete dei controlli antispaccio dei poliziotti della Questura di Roma nel fine settimana. Aveva approfittato delle impalcature posizionate intorno a un palazzo, per defilarsi provando a nascondersi da occhi indiscreti. È stato notato però dagli agenti, che lo hanno bloccato. Alla vista della Polizia, ha provato a disfarsi di nove involucri che nascondeva all’interno di una scatola in plastica, buttandole sui ponteggi. Gli involucri, recuperati e sottoposti a sequestro dagli agenti, sono risultati contenere cocaina. Il minore, 17enne romano, è stato arrestato in flagranza di reato per spaccio ed accompagnato presso un centro d’accoglienza per minori. Con lui altre 8 persone sono finite nelle retate antispaccio attuate dagli agenti della Questura di Roma, all’esito di interventi mirati per zone. Spaccio e detenzione ai fini di spaccio sono i reati contestati. Ha solo 16 anni un altro minore arrestato al Flaminio. Fermato e controllato fuori della scuola, all’interno del suo zainetto gli agenti hanno trovato e sottoposto a sequestro 23 bustine di marijuana, pronte per la vendita. Anche per B.G. romano di anni 25, fermato in via della Rustica, e trovato in possesso di diverse dosi di cocaina, è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio. Nella sua abitazione, gli agenti hanno recuperato materiale per confezionamento delle dosi. È invece dominicano di 23 anni, B.V.A.J., fermato all’1.30 di notte in via Achille Grandi. L’uomo ha immediatamente mostrato segni di «nervosismo». Da un accurato controllo, gli agenti hanno notato uno strano rigonfiamento nella fibbia della cinta dei pantaloni. Al suo interno erano state nascoste, avvolte in bustine di plastica, 4 dosi di cocaina. Mariujana invece, è stata trovata all’interno di un marsupio, nascosto nell’abitazione dell’arrestato, in via di Porta Maggiore. Ha cercato di chiudersi in bagno alla vista della Polizia, A.A. marocchino di 23 anni bloccato in un bar di piazzale Tiburtino. Non è riuscito a chiudere la porta, ed è stato sorpreso mentre stava cercando di disfarsi di alcune bustine di marijuana gettandole nel cestino. Anche per lui sono scattate le manette. Era alla guida della sua Smart C.R. romano di 20 anni, e non appena ha visto la Volante ha immediatamente svoltato cercando di scappare. Bloccato e fermato, l’uomo, pluripregiudicato con recidiva specifica e colpito dall’Avviso Orale, è apparso subito molto agitato. Da un accurato controllo, all’interno di un pacchetto di sigarette, gli agenti hanno trovato 4 dosi di hashish. Un’altra dose era stata nascosta sotto al sedile dell’auto, di proprietà della fidanzata, estranea ai fatti. Le sorprese non sono finite. Gli agenti hanno notato alcuni fili d’erba fuoriuscire dall’aletta parasole del veicolo. Esaminati presso i laboratori del Gabinetto Interregionale della Polizia Scientifica, sono risultati essere marijuana. L’ulteriore perquisizione all’interno dell’abitazione, ha permesso agli agenti di trovare e sottoporre a sequestro altre dosi di hashish, materiale per il confezionamento delle dosi e alcuni fogli manoscritti, riconducibili all’attività di spaccio. Anche per lui è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In via Fidenza invece, arrestata una coppia. H.J. 30enne tedesco, e F.A.23enne romana trovata in possesso di alcune dosi di hashish. Fermati a bordo di un’auto risultata provento di furto, per i due è scattata anche la denuncia per ricettazione. Sottoposta a sequestro una pistola giocattolo priva del tappo rosso, nascosta sotto ad un sedile. K.I. tunisino di 29 anni, è stato sorpreso in via delle Allodole, al Casilino, con alcune dosi di hashish. È caduto invece nella rete dei controlli ad «Alto Impatto», T.F. 38enne di Tivoli, arrestato per detenzione ai fini di spaccio. Denunciata per lo stesso reato un’altra persona. A Marino invece, gli agenti del locale Commissariato hanno fatto scattare le manette per P.I. pugliese di 32 anni, e E.K. marocchino di 29 anni. Fermati per un controllo, sono stati trovati in possesso di 40 grammi di marijuana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.