RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Controllo polizia, 10 arresti e 2 denunce

Più informazioni su

Sono 10 le persone arrestate e 2 quelle denunciate nel corso delle indagini della polizia di Roma che, negli ultimi giorni, è stata impegnata a sventare diversi reati: furti in appartamento, in esercizi commerciali e a danno delle auto in sosta, nelle zone di Roma Casilino, San Paolo e Fidene. A cadere nella rete degli agenti in borghese della squadra mobile sono stati 2 cittadini albanesi, per i quali è scattato l’arresto, e due cittadini italiani, invece denunciati in stato di libertà. I primi due sono stati bloccati in zona Casilino. Avevano con sè tutta l’attrezzatura necessaria per forzare serrature e porte blindate, tra cui piedi di porco, tronchesi, nonchè indumenti e sacchi di plastica di colore scuro, verosimilmente per ‘trasportarèpoi gli oggetti trafugati. Il tutto era nascosto in 2 auto parcheggiate nelle immediate vicinanze del luogo del controllo, e risultate poi provento di furto. Gli altri 2 giovani italiani sono stati visti aggirarsi a bordo di uno scooter all’interno di una via residenziale in zona Prati. Identificati, sono emersi a loro carico numerosi precedenti. I due nascondevano all’interno delle scarpe due cosiddetti ‘spadinì in metallo, utilizzati per forzare le serrature e i blocchetti di accensione di veicoli. Per entrambi è scattata la denuncia per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Era invece intento a forzare la serranda di un bar, in via Canzone del Piave, alla Cecchignola, un 35enne italiano, quando è stato notato da una volante della Questura. S.A., già noto alle forze dell’ordine, alla vista dei poliziotti ha cercato di fuggire, gettando un oggetto all’interno di un contenitore di rifiuti. Inseguito e bloccato, l’uomo è stato è stato arrestato per il reato di tentato furto aggravato. All’interno del raccoglitore dell’Ama. Gli agenti hanno trovato e sequestrato un ‘piede di porcò, verosimilmente utilizzato nel tentativo di entrare nel bar. In via Mario Soldati, in zona Fidene, due giovani nomadi sono stati sorpresi da un equipaggio del reparto volanti mentre, muniti di cacciavite e di scalpello, cercavano di introdursi all’interno dell’abitazione di una donna. Quest’ultima ha chiamato il 113 sentendo dei rumori provenire dal pianerottolo di casa. Gli operatori intervenuti hanno immediatamente bloccato i due accompagnandoli in commissariato. Entrambi sono stati arrestati per tentato furto in appartamento. Il caso di un furto appena avvenuto all’interno di un appartamento, è stato invece risolto dopo pochi minuti dagli agenti del commissariato a San Paolo. Attrezzati di piccone, frullino, prolunga elettrica, punte di trapano e guanti, sono stati bloccati, dopo un breve inseguimento a piedi, dagli agenti nel tentativo di fuggire da un’abitazione in via Alessandro Santino. Nel momento in cui stavano scavalcando la rete di recinzione dello stabile sono però stati raggiunti. Anche per loro, un 18enne e un 32enne, entrambi italiani, è scattato l’arresto per il reato di furto in appartamento e detenzione di arnesi atto allo scasso. In via Amato, a Vigne Nuove, i poliziotti hanno invece sorpreso tre cittadini georgiani, di età compresa tra i 23 e 25 anni, mentre tentavano di rubare un’autovettura. Fermati in flagranza, sono stati trovati in possesso di un ‘manico di ferrò e un cacciavite. Per tutti e tre sono scattate le manette per tentato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.