Quantcast

Furti in boutique lusso: undici misure cautelari

Più informazioni su

Roma – I Carabinieri della Compagnia di Roma Centro, a conclusione di un’attività d’indagine iniziata nel mese di febbraio dell’anno 2019 e durata poco più di 2 mesi, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Roma, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Roma, nei confronti di 11 persone di nazionalità romena ed italiana, gravemente indiziati della commissione di molteplici reati di furto aggravato e ricettazione.

L’operazione, scattata alle prime luci dell’alba, su delega della Procura della Repubblica di Roma, tuttora in corso, è svolta dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina unitamente alla Polizia romena, coordinati dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia tramite l’unità Enfast (European Network Fugitive Active Search Team) e Divisione S.I.Re.N.E. che hanno già localizzato 4 degli 11 indagati destinatari di misura cautelare.

I restanti indagati, su cui pende un mandato di arresto europeo, sono tuttora ricercati dalle Polizie di tutta Europa, già interessate dallo S.C.I.P. e una volta rintracciati saranno estradati in Italia.

Le attività investigative, condotte dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, sono scaturite dall’analisi del modus operandi degli autori di numerosi furti, messi a segno durante il periodo natalizio e dei saldi, arrestati in flagranza di reato.

Gli stessi, agendo di intesa, individuavano le boutique da depredare e successivamente commercializzavano la refurtiva, consistente in abbigliamento e accessori moda di marchi prestigiosi. L’attività di intercettazione telefonica ed i servizi di pedinamento nel centro storico capitolino nonché nelle città di Milano e Firenze hanno successivamente dato concretezza alle deduzioni investigative.

Le indagini hanno permesso di accertare i ruoli dei diversi indagati, identificare compiutamente gli autori dei furti, individuare le modalità di ricettazione degli oggetti rubati, le modalità di spartizione del provento dell’attività delittuosa, consentendo di recuperare merce rubata per un valore di oltre 50.000 euro, di arrestare 10 persone nella flagranza del reato di furto aggravato e di denunciare 1 soggetto per ricettazione.

Durante l’attività si è accertato come il gruppo criminale fosse composto da appartenenti ad alcune famiglie di nazionalità romena di etnia rom, stanziati nel quartiere romano della Magliana, da dove partivano le varie batterie di taccheggiatori che invadevano il centro di Roma, Milano e Firenze, dove hanno sede le boutique delle maggiori griffe di moda.

Il soggetto rintracciato a Roma è stato sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere in attesa dell’interrogatorio da parte dell’Autorità Giudiziaria mentre i soggetti rintracciati all’estero sono in attesa di essere estradati in Italia. E’ quanto si legge in una nota del Comando Provinciale Carabinieri Roma. (Agenzia Dire)

Più informazioni su