Quantcast

Furti sui mezzi, in strada e nei negozi: due denunce e tre arresti

Più informazioni su

Roma – Nel corso dei quotidiani controlli mirati al contrasto dei reati predatori, i Carabinieri del Gruppo di Roma hanno arrestato tre persone, denunciandone altre 2, tutte con l’accusa di furto aggravato.

I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro, nel corso di un servizio antiborseggio svolto in abiti civili, hanno arrestato una cittadina argentina di 43 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, sorpresa subito dopo aver sfilato il portafogli dalle tasche di una turista italiana che stava scendendo alla fermata della metropolitana linea A “Repubblica”.

I militari l’hanno immediatamente bloccata recuperando la refurtiva, che è stata restituita alla legittima proprietaria. I Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante, invece, hanno arrestato due persone – un cittadino iracheno di 43 anni e un cittadino algerino di 37 anni, entrambi nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti – dopo essere state fermate per un controllo in via Principe Umberto.

Il 37enne è stato trovato in possesso di un telefono cellulare risultato provento di un furto messo a segno pochi minuti prima ai danni di una donna.

I Carabinieri, grazie alle telecamere di sorveglianza installate nelle vicinanze del luogo del reato, hanno potuto constatare che i due fermati erano anche gli autori del colpo. Così in un comunicato il Comando Provinciale Carabinieri Roma.

Alla fermata “Barberini” della metropolitana, invece, i Carabinieri della Stazione Roma Macao hanno denunciato a piede libero il complice di un uomo che si era reso responsabile del furto di portafogli ai danni di una turista spagnola.

La donna, resasi conto dell’ammanco, ha visto i due sgattaiolare sulla banchina, ma la metropolitana è ripartita ed è riuscita a tornare indietro solo dopo aver raggiunto la fermata successiva.

Al suo arrivo, ha visto l’uomo, un cittadino romeno di 53 anni nella Capitale senza fissa dimora e conosciuto alle forze dell’ordine, ancora fermo sulla banchina ed ha allertato i Carabinieri: i militari lo hanno raggiunto e fermato per un controllo, ma purtroppo la refurtiva non è stata rinvenuta, probabilmente portata via dal complice che, al momento, è riuscito a far perdere le proprie tracce.

I Carabinieri della Stazione Roma via Vittorio Veneto, infine, hanno denunciato a piede libero una ragazza originaria di Cuba di 32 anni, domiciliata a Roma e già conosciuta alle forze dell’ordine.

La 32enne, insieme ad alcuni complici che sono riusciti a darsi alla fuga, è stata sorpresa subito dopo aver rubato dalla cassa di un esercizio commerciale di via del Tritone, 350 euro in contanti approfittando di un momento di distrazione di uno dei dipendenti.

Durante la perquisizione personale, inoltre, è stata trovata in possesso di una collana, e valore di 15 euro, rubata qualche minuto prima in un altro negozio della stessa strada. (Agenzia Dire)

Più informazioni su