RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Giustizia Dap: Spending review, Lisiapp presenta la sua proposta

Più informazioni su

“Spending Review”. Revisione della spesa pubblica del dicastero della Giustizia. “Segnala lo spreco e i disagi dei poliziotti penitenziari suggerendo miglioramenti”, è la campagna di comunicazione messa in piedi dal LISIAPP (libero sindacato appartenenti polizia penitenziaria) che durerà fino a settembre e presentata oggi alla stampa. “La giustizia è un bene, un servizio, che viene prodotto in quantità più o meno adeguate, per quanto ciò possa suonare offensivo alle orecchie di molti principi della patria del diritto. Come ogni altro bene, può essere di maggiore o minore qualità” e quanto afferma Mirko Manna segretario generale del sindacato autonomo Lisiapp che sottolinea “l’iniziativa è rivolta a portare alla luce gli sprechi in ordine di mezzi, risorse ma anche appalti e gestioni esterne poco oculate e inopportune che fanno uscire dalle casse pubbliche del Dap milioni di euro” . inoltre , “Ci mettiamo la faccia con un obiettivo ben preciso – fa notare Luca Frongia segretario generale aggiunto – quello di coniugare etica pubblica ed etica sindacale. L’iniziativa della campagna vuole dare ai poliziotti penitenziari e dipendenti del dicastero della Giustizia la possibilità di indicare suggerimenti e segnalare gli sprechi. Basterà compilare il modulo “conosci uno spreco”, visionabile sul sito www.lisiapp.it“. In questi primi giorni – ha spiegato Frongia – stanno arrivando già diverse segnalazioni riguardanti l’uso delle auto blu/bianche/grigie, i costi delle gestioni e manutenzioni di alcune strutture Dap e le fotocronache dei disagi che gli uomini e donne della polizia penitenziaria subiscono quotidianamente. Le idee, a fine campagna, diventeranno una sorta di pacchetto che presenteremo al Governo in sede di convocazione conclude Manna ”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.