Guidonia, oltre un milione di occhiali contraffatti e pericolosi sequestrati

Più informazioni su

    Oltre un milione di paia di occhiali «da sole» e «da vista», importanti dalla Cina e con contrassegno Ce presumibilmente contraffatto, erano pronti ad essere immessi sul mercato nazionale. I finanzieri del comando provinciale di Roma li hanno individuati e sequestrati all’interno di un deposito situato a Guidonia Montecelio, riconducibile ad una società di cittadini cinesi, ma non risultante ufficialmente nei registri della Camera di Commercio. Oltre ad occhiali «da sole», le Fiamme Gialle della Compagnia di Tivoli hanno rinvenuto circa centomila pezzi «da vista», con valore diottrico fino a +4,00, che, considerati «presidi medici», erano privi delle specifiche prescrizioni di legge, quindi potenzialmente dannosi per la salute degli utilizzatori. Da preliminari accertamenti sembrerebbe che le lenti degli occhiali «da sole» non sarebbero in grado di filtrare efficacemente i raggi ultravioletti, mentre quelle «da vista» altererebbero le immagini, provocando danni alla retina e disturbi, quali vertigini e cefalee. L’Autorità Giudiziaria ha disposto apposita perizia tecnica tesa a stabilire le caratteristiche degli occhiali e il grado di dannosità per gli acquirenti. La merce sequestrata, tutta importata dalla Cina, sarebbe stata venduta al cliente finale ad un prezzo oscillante tra i sette ed i venti euro, con guadagni da capogiro, quantificabili in oltre 12 milioni di euro, per gli artefici dell’imponente traffico illegale. I militari, che hanno per il momento denunciato all’autorità giudiziaria di Tivoli il rappresentante legale della società, per i reati di frode in commercio, contraffazione di segni e di vendita di «presidi medici» senza i prescritti requisiti, stanno svolgendo altri accertamenti per ricostruire la filiera distributiva e verificare altre responsabilità.

    Più informazioni su