RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

I Carabinieri scoprono una farmacia abusiva

Più informazioni su

Settantotto confezioni di un medicinale specifico per il trattamento dell’angina pectoris, 20 scatole di un farmaco usato per contrastare i tumori della prostata e altre 20 di pillole anticoncezionali. È il materiale sequestrato dai carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia Roma Montesacro nelle abitazioni di due romani di 43 e 44 anni, che sono stati denunciati a piede libero con l’accusa di ricettazione. I farmaci provenivano da un magazzino di una ditta, ubicata a Formello, che si occupa dello stoccaggio e della distribuzione delle merci nel settore farmaceutico e cosmetico, alle cui dipendenze lavora uno dei due denunciati proprio in qualità di magazziniere. I fatti risalgono alla giornata di ieri, quando i soci in affari sono stati sorpresi dai Carabinieri in via Arcevia, a San Basilio, in possesso di 12mila euro in contanti, ritenuti di provenienza sospetta. Per far luce sulla particolare situazione, i militari hanno fatto scattare le perquisizioni nelle rispettive abitazioni: la prima ubicata proprio in via Arcevia, l’altra a Formello. In quegli appartamenti, i carabinieri hanno trovato le centinaia di confezioni di medicinali, tutti non di libera vendita e soggetti ad obbligo di prescrizione medica. I farmaci sono stati sequestrati insieme all’ingente somma di denaro. I carabinieri stanno approfondendo le indagini per verificare se i due romani avessero messo in piedi un pericoloso traffico di medicinali sottobanco.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.