Quantcast

Labaro, 43enne arrestato per furto aggravato

Più informazioni su

Roma – Tutto è iniziato con una chiamata che segnalava un furto in una abitazione in via Adro, zona Labaro a Roma. Arrivati sul posto i poliziotti hanno iniziato a perlustrare la zona fino a quando hanno notato un uomo mentre camminava a passo spedito con un computer sotto braccio in piazza Arcisate.

Alla vista degli agenti della I sezione Volanti l’uomo si è nascosto dietro i contenitori dell’immondizia, mossa che ha fatto insospettire gli agenti.

Una volta fermato il 43enne romano, con vari precedenti penali, ha mostrato fin da subito un atteggiamento molto nervoso e insofferente al controllo.

A quel punto gli agenti delle volanti insieme agli uomini del XIV Distretto Primavalle hanno deciso di perquisirlo. Addosso gli sono stati trovati: una pinza, cacciaviti di diverse dimensioni oltre al computer completo di mouse e caricabatteria sotto braccio.

A quel punto, per accertarsi della provenienza del pc, gli agenti sono tornati in via Adro dove era stato segnalato il furto. Lì il proprietario ha raccontato che dei ladri, entrati attraverso la portafinestra della cucina, avevano portato via un un computer nero e il portafogli, uscendo poi dal portone d’ingresso.

Racconto confermato anche da una condomina del palazzo che abita al piano primo che ha riferito come, pochi minuti prima, mentre rincasava avesse notato un soggetto uscire dall’androne del palazzo con un computer sotto braccio.

Da ulteriori accertamenti, a carico del 43enne sono emersi numerosissimi precedenti penali specifici, contro il patrimonio e contro la persona. L’uomo è stato arrestato con applicazione della misura coercitiva degli arresti domiciliari e la refurtiva è stata restituita al proprietario. (Agenzia Dire)

Più informazioni su