RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lavoratori aziende Servirail Italia occupato il tetto di una palazzina

Più informazioni su

Tornano le proteste sui tetti. Un gruppo di lavoratori delle aziende Servirail Italia (ex Wagon Lits) e Rsi, che forniscono servizi per i treni notturni con cuccette di Trenitalia, hanno occupato il tetto di una palazzina Fs di quattro piani in via Prenestina, a Roma. A lanciare lo stile delle proteste ‘ad alta quotà, furono gli operai della Innse di Milano che restarono per oltre una settimana su una gru. Ma anche a Roma, in quello stesso anno i ricercatori dell’Ispra restarono per settimane accampati sul tetto del loro istituto, emulati dai vigilantes che salirono per giorni sul Colosseo. Oggi sui tetti sono saliti i lavoratori dei servizi sui treni notturno: protestano contro la fine dei contratti d’appalto prevista per l’11 dicembre 2011, che per quasi un migliaio di loro significherà licenziamento o messa in mobilità, secondo quanto riferiscono gli stessi lavoratori. «Siamo un centinaio e passeremo la notte qui con sacchi a pelo e tende – dice al telefono uno dei lavoratori, 53 anni, da 25 dipendente della Rsi, che assicura la manutenzione delle vetture letto -. Lunedì dobbiamo andare a firmare la mobilità, ma siamo intenzionati a restare qui anche per giorni. Moretti (amministratore delegato di Fs, ndr) ha firmato un accordo con una società francese e così licenziano 800 persone. Chiediamo che i licenziamenti vengano revocati e di venire riassorbiti». Nel pomeriggio alcuni lavoratori della Wasteels International Italia – che fornisce i servizi di accompagnamento ai treni notturni – hanno invece occupato la sezione di Roma Termini della loro azienda e sono saliti sul tetto dello stabile, come riferiscono in una nota. I lavoratori, che hanno ricevuto la lettera di licenziamento effettivo dall’11 dicembre, minacciano di buttarsi di sotto «qualora non ricevano risposte concrete». La protesta va avanti da un paio di giorni e i lavoratori sono circa una decina, secondo quanto riferito dalla polizia ferroviaria. La tettoia dell’edificio si trova all’altezza di un primo piano. In via Prenestina è andato stamani il senatore dell’Italia dei valori Stefano Pedica, che si è impegnato a sostenere le richieste dei lavoratori delle ditte appaltatrici di Trenitalia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.