RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Mandolini: Casamassima mi disse ‘Non hai fatto nulla, ne esci fuori’

Roma – C’e’ una novita’ nel processo bis sulla morte di Stefano Cucchi. Roberto Mandolini, imputato per calunnia e falso e all’epoca dei fatti comandante della stazione dei Carabinieri Appia, ha depositato ai giudici della I Corte d’Assise del Tribunale di Roma, che l’ha acquisita, un’annotazione di servizio (datata 26 ottobre 2016) contente una conversazione (che si sarebbe svolta nei locali dell’ottavo reggimento Lazio) tra lui stesso e Riccardo Casamassima, l’appuntato che con le sue testimonianze ha permesso la riapertura del caso Cucchi, nella quale quest’ultimo gli avrebbe riferito: “Tu stai tranquillo, ne esci fuori, la Procura sta avanti, non posso dirti di piu’. Io lo so che tu non hai fatto nulla, tu ne esci fuori, stai sereno, ti devi fidare di me!”.

Il processo in corso vede in tutto cinque carabinieri imputati, tre dei quali accusati di omicidio preterintenzionale. “Piu’ avanti capirai perche’ l’ho fatto! Adesso fidati di me e stai tranquillo”, avrebbe aggiunto Casamassima, al quale Mandolini avrebbe risposto: “Ti rendi conto di quello che hai fatto? Cosa vogliono i Cucchi da me? La Cucchi vuole un confronto con me! Col padre lo deve fare il confronto, perche’ lei dice una cosa ed il padre ne dice un’altra!”. A queste parole Casamassima avrebbe replicato: “Vabbe’ dai… tu stai tranquillo, non centri nulla”.