Quantcast

Minacce e botte alla compagna davanti ai figli: 41enne in manette

Roma – Sono stati gli investigatori della Polizia di Stato ad arrestare, a Roma, un 41enne che da anni maltrattava, minacciava ed insultava – anche davanti ai figli minori – l’ex compagna. Il primo episodio violento, ricostruito dagli agenti del VI Distretto Casilino, diretto da Michele Peloso, risale al 2018 quando l’uomo ha picchiato l’allora convivente pur sapendo che la stessa era incinta.

Le violenze e le minacce sono continuate anche nei mesi successivi e si sono consumate anche di fronte ai figli che la donna aveva avuto da una precedente relazione.

La vittima ha deciso di porre fine alla relazione, ma il comportamento del 41enne non è cambiato e la donna ha continuato a ricevere ingiurie, minacce di morte ed a trovarsi più volte l’ex compagno sotto casa e fuori dalla scuola dei figli.

I poliziotti, dopo aver acquisito la denuncia della vittima e aver riscontrato la veridicità delle accuse, hanno informato la Procura della Repubblica di Roma che, facendo proprie le risultanze investigative, ha chiesto e ottenuto dal gip del Tribunale romano un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il 41enne. La misura è stata eseguita dagli agenti del VI Distretto che hanno rintracciato e bloccato il 41enne sul posto di lavoro. Così in un comunicato la Questura di Roma.