RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Molestie rom a passeggeri, furti: retata a Termini, un arresto, dieci denunciati

Più informazioni su

Si chiamino rom, o nomadi, o zingari, o cittadini romeni, sono sempre loro a molestare i passeggeri della stazione Termini, pretendendo di aiutarli a portare le valigie e a fare il biglietto sulla macchinetta in cambio di un compenso.

Una persona arrestata per furto aggravato e dieci denunciate a piede libero per inosservanza del foglio di via obbligatorio, molestie, impiego di minori nell’accattonaggio, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità. E’ il bilancio dei controlli dei carabinieri del Nucleo Termini nell’area dello scalo ferroviario. L’arrestato è un romeno di 19 anni, senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso subito dopo aver rubato capi di abbigliamento da uno degli esercizi commerciali del “Forum”. La refurtiva, del valore di circa 200 euro, è stata recuperata e restituita.

I 10 denunciati sono stranieri di età compresa tra i 14 ed i 36 anni. Le prime a finire nei guai sono state 6 donne, tutte romene domiciliate nel campo nomadi di Aprilia, risultate colpite dal provvedimento del foglio di via obbligatorio. Altri due romeni di 14 e 23 anni, invece, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di molestie.

I giovani si erano appostati vicino alle biglietterie automatiche dello scalo ferroviario e infastidivano i passeggeri in transito intenti ad acquistare i titoli di viaggio.

Impiego di minori nell’accattonaggio è l’accusa mossa ad una romena di 18 anni che stava usando il fratellino più piccolo per impietosire i passanti e chiedere l’elemosina. Infine, un’altra 18enne romena è stata denunciata perché si è rifiutata di fornire le proprie generalità. Ha anche tentato di scappare per non essere identificata e una volta fermata ha minacciato di denunciare i militari per i continui controlli a cui viene sottoposta.

Più informazioni su