Morto Claudio Sterpi, poeta e scrittore romano

Roma – È morto sabato scorso a Roma il poeta e scrittore romanesco Claudio Sterpi, figura eminente nel panorama culturale capitolino. Aveva 90 anni. Ne da’ notizia il Centro Romanesco Trilussa.
Sterpi, nato nella Capitale il 14 settembre 1929, e’ stato presidente del Centro romanesco e dell’Accademia trilussiana, oltre che del comitato promotore del rione Borgo. Ha fatto parte del gruppo di ricerche dell’Universita’ Sapienza e ha collaborato con diverse associazioni ed emittenti radiotelevisive, rispondendo in diretta a ogni sorta di domande grazie alla sua profonda conoscenza della romanita’.
Tra i suoi saggi vanno ricordati: ‘San Sisto vecchio a porta Capena’ (1975), ‘Una favola chiamata Roma’ (1977), ‘Il passetto e il suo borgo’ (1990), ‘Il passetto e il suo borgo in centoventicinque foto d’epoca’ (1997), ‘Onomastica di Roma (tra l’ufficialita’ e l’arguzia popolare)’ (2004), ‘La cittadella di Borgo e Roma’ (2006).
È stato anche autore di testi poetici dialettali, come il poemetto in ottave romanesche ‘Ciceruacchio’ (1995), dedicato al patriota Angelo Brunetti; la raccolta scherzosa di epigrammi ‘Er pallonaro’ (2002), riferito al gioco del calcio; le riflessioni sportive in ottave romanesche ‘Co tanto de colore e de bandiera’ (2006); la ‘Storia dell’associazione sportiva Roma’ (2009), sempre in ottave romanesche.
I funerali di Claudio Sterpi si terranno domani alle 14.30 al Tempietto Egizio del Cimitero Verano.