RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Napoli, concorso a dirigente scolastico, 23 indagati per falso e truffa

Più informazioni su

Poi si stupiscono se i ragazzi non studiano, se scopiazzano di nascosto i compiti dei compagni secchioni o più bravi, se non hanno più rispetto per i professori. Ma se gli studenti leggono questa notizia, non solo perdono il rispetto per la scuola, ma magari tentano di imitare i personaggi meno raccomandabili.

Ventitré avvisi di garanzia sono stati notificati oggi dalla Guardia di Finanza di Torre Annunziata nell’ambito di un’inchiesta della procura di Napoli su presunte irregolarità nello svolgimento del concorso a dirigente scolastico.

Tra gli indagati figurano un ex dirigente dell’ ufficio scolastico regionale, un sindacalista, un ex dirigente del Miur, oltre ad alcuni candidati e componenti della commissione giudicatrice. I reati ipotizzati sono abuso di ufficio, falsità ideologica e truffa aggravata.

Dalle indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino e dal sostituto Ida Frongillo, è emerso che gli indagati avevano creato un meccanismo per favorire alcuni candidati al concorso. In particolare, sarebbe stata ‘pilotata’ la nomina di alcuni membri della commissione esaminatrice, grazie ai quali i candidati erano riusciti a conoscere con largo anticipo i quesiti della prova preselettiva.

Inoltre – secondo l’accusa – si era riusciti a eludere l’ anonimato delle prove scritte facendo pervenire ai componenti collusi della commissione giudicatrice gli incipit e le frasi finali dei candidati da favorire. Il materiale concorsuale di sei candidati è stato sequestrato.

 

Più informazioni su