Quantcast

Omicidio Rega: rischio processo a 2 Carabinieri per foto americano bendato

Roma – La Procura di Roma ha chiuso l’inchiesta relativa alla foto di Chistian Gabriel Natale Hjorth, l’americano accusato di concorso nell’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega, in cui l’americano compariva bendato nella caserma dei carabinieri di via in Selci poco dopo il fermo.

A rischiare il processo sono due carabinieri che nella vicenda avrebbero avuto ruoli diversi. Il primo ad essere stato individuato grazie alle indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo, coordinati dal procuratore facente funzioni Michele Prestipino e dell’aggiunto Nunzia D’Elia, era stato Fabio Manganaro, il militare che aveva bendato l’americano accusato di abuso di autorita’ contro arrestati o detenuti.

Successivamente l’altro militare, Silvio Pellegrini, era stato iscritto nel registro degli indagati per divieto di pubblicazione di immagini di persona privata della liberta’ per aver scattato la foto del giovane californiano e averla poi diffusa.