RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Operazione dei Carabinieri tra Ostia e Acilia: 5 in manette e 2 denunce

Roma – I Carabinieri del Gruppo di Ostia hanno effettuato numerosi servizi finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati contro la persona ed il patrimonio che hanno portato all’arresto di 5 persone ed al deferimento in stato di liberta’ di altre 2. La scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Acilia, su disposizione del Tribunale di Roma, hanno individuato ed arrestato un 43enne di Vitinia. L’uomo, gia’ gravato dal divieto di avvicinamento alla propria ex compagna, aveva piu’ volte contravvenuto alla citata misura. I suoi reiterati comportamenti persecutori sono stati oggetto di accurati approfondimenti investigativi da parte dei militari, che hanno poi relazionato l’accaduto all’Autorita’ Giudiziaria.

Il magistrato, esaminate le prove e condividendo le risultanze delle indagini dei militari, ha disposto l’immediato arresto del 43enne, che e’ stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli. Sempre ad Acilia, i militari della locale stazione, al termine di un mirato servizio, hanno arrestato un pregiudicato 24enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri, notando un insolito via vai di persone, alcune delle quali gia’ note quali tossicodipendenti, dall’interno di un villino di Acilia, hanno deciso di effettuare un controllo. All’interno, i militari hanno rinvenuto circa 100 gr. di droga, gia’ suddivisa in dosi. Sono cosi’ scattate le manette ai polsi del giovane pusher che e’ stato trattenuto presso le camere di sicurezza dell’Arma in attesa dell’udienza di convalida, mentre la droga e’ stata sequestrata.

Un altro giovane e’ stato invece denunciato ad Ostia, dove i Carabinieri della locale Stazione, all’esito di una perquisizione domiciliare, lo hanno trovato in possesso di 40 grammi di hashish. Un altro spacciatore, un romano di 28 anni, e’ stato arrestato dai militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Ostia. L’uomo, fermato durante un normale controllo stradale, ha palesato un insolito nervosismo, inducendo i militari ad approfondire le verifiche. I Carabinieri hanno cosi’ rinvenuto, nascoste nell’abitacolo, 28 dosi di cocaina che sono state sequestrate. Il pusher e’ stato trattenuto in caserma in attesa dell’udienza di convalida.

Nella notte, un’altra pattuglia della Sezione Radiomobile di Ostia, transitando a ridosso della pineta delle Acque Rosse, ha notato un bagliore anomalo. I militari hanno individuato un uomo che, incurante del pericolo di innescare un incendio, aveva acceso un fornello da campeggio egli hanno intimato di spegnere la fiamma. Per tutta risposta, l’uomo un 34enne senza fissa dimora li ha aggrediti con calci e spintoni tentando piu’ volte di morderli. I Carabinieri lo hanno immobilizzato e, per accertarne l’identita’, lo hanno portato in caserma dove ha continuato a tenere un comportamento violento, tanto che ne e’ stata disposta l’immediata custodia in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

A Vitinia, i militari della locale Stazione, hanno arrestato una pregiudicata 37enne di origini romene residente a Casal Bernocchi. La donna, gia’ sottoposta alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, non si era presentata nell’orario stabilito presso la Stazione Carabinieri. I militari, dopo alcune ore, l’hanno individuata in strada e hanno accertato che la stessa, all’atto del controllo, non aveva al seguito la carta precettiva, violando nuovamente le prescrizioni a lei imposte. Vistala situazione, la donna e’ stata arrestata e posta agli arresti domiciliari, in attesa delle decisioni del magistrato.

I Carabinieri della Stazione di Ponte Galeria, nell’ambito di uno specifico servizio svolto insieme ai colleghi della Stazione Forestale Carabinieri di Ostia, hanno effettuato alcune verifiche in un’officina meccanica del posto, in cui e’ stato accertato che il titolare deteneva illegalmente rifiuti, anche pericolosi, causando lo sversamento di percolati nelle condutture per la raccolta delle acque piovane. L’uomo, residente a Ladispoli, e’ stato denunciato a piede libero per abbandono di rifiuti, mentre l’intera area e’ stata sequestrata in attesa della bonifica.