Quantcast

Ostia, due ragazze aggredite da un branco: daspo urbano a 16enne

Roma – Pugno duro della Questura per l’aggressione durante la movida: minorenne pericolosa immediatamente sottoposta a ‘Dacur’ o ‘Daspo urbano’. Imminenti provvedimenti saranno adottati anche per gli esercizi pubblici che somministrano bevande alcoliche ai minori.

Dopo la denuncia per lesioni aggravate, anche questa volta immediato è arrivato il provvedimento del Questore applicato nei confronti di una 16enne di Ostia, il cosiddetto daspo urbano.

Intorno alle 22.50 del 31 maggio scorso, a seguito di segnalazione da parte della locale Sala Operativa, gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti, diretta da Massimo Improta, sono intervenuti in località Lido di Ostia, in via Bucintoro per una segnalazione di rissa tra ragazzi nei pressi di un locale.

Sul posto, i poliziotti hanno constatato la presenza di diversi giovani in strada e, all’interno del locale due giovani ragazze, vittime di aggressione alle quali venivano prestati i primi soccorsi.

E’ stato così accertato che poco prima, mentre gli avventori venivano invitati a lasciare il locale per il previsto coprifuoco, la 16enne, senza un apparente motivo, tirava i capelli ad una delle due giovani vittime che, dopo essere caduta a terra, veniva presa a calci e pugni anche da altre ragazze sopraggiunte subito dopo.

A quel punto la malcapitata per sfuggire alla furia del “branco” si era rifugiata presso un chiosco ubicato lì vicino, dove anche un’altra giovane veniva furiosamente picchiata dal medesimo gruppo.

Entrambe le vittime riportavano lesioni guaribili con 15 giorni di prognosi. L’intervento immediato da parte degli agenti della Polizia di Stato ha evitato conseguenze più gravi.

La Questura di Roma, all’esito degli accertamenti svolti dagli agenti della Divisione Anticrimine, diretta da Angela Altamura, valutata la pericolosità dei comportamenti della ragazza, al fine di garantire la sicurezza pubblica nella zona del Lungomare ed evitare il ripetersi di ulteriori episodi che possano favorire l’insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità, ha emesso nei confronti della minorenne il provvedimento del Daspo; ciò non permetterà alla stessa di accedere nella fascia orario 18.00 – 6.00 ai locali pubblici nonché di stazionare nelle immediate vicinanze dei locali ubicati sul Lungomare di Lido di Ostia dall’intersezione con via Carlo Avegno fino a Via del Lido di Castel Porziano dove potrà solo transitare senza sosta.

L’inosservanza del provvedimento prevede la reclusione da 6 mesi a 2 anni e una multa da 8 a 20 mila euro. Al fine di restituire la dovuta tranquillità ai cittadini, qualora si dovessero verificare fatti simili, saranno adottati tempestivamente dalla Questura di Roma i provvedimenti di legge.