Quantcast

Rapina, furto e danneggiamento: tre persone in manette

Più informazioni su

Roma – Gli agenti del commissariato Celio, mentre effettuavano un servizio volto al contrasto dei reati in genere nei pressi della stazione metro Colosseo, hanno notato un nuvolo di persone probabilmente in lite tra loro.

Unitamente ai colleghi del commissariato Trastevere, hanno subito appurato, che in realtà si trattava di una rapina perpetrata ai danni di un cittadino romeno di 47 anni che, nel tentativo di bloccare l’autore del furto di uno zaino di sua proprietà, veniva colpito un testa con un corpo contundente non ritrovato sul posto che gli aveva causato una copiosa perdita di sangue.

L’autore della rapina, identificato come un 44enne magrebino, ancora nei pressi, veniva immediatamente bloccato dai poliziotti e arrestato per il reato di rapina aggravata, mentre la vittima, trasportata presso il policlinico Umberto è stato giudicato guaribile in 5 giorni di prognosi.

In piazza Alessandria invece, i poliziotti del II Distretto Salario, del commissariato San Lorenzo e del commissariato Vescovio, hanno arrestato due persone, un 20enne e un 21enne, entrambi cittadini magrebini. I due soggetti durante la notte hanno devastato alcune autovetture in sosta, non solo nella piazza dove sono stati fermati, ma anche nelle vie limitrofe.

Fermati, sono stati trovati in possesso di vari oggetti rubati dalle auto in sosta e riconosciuti dai proprietari delle stesse, tra cui un paio di occhiali ed un paio di scarpe che uno dei due aveva calzato ai piedi.

Inutile il loro tentativo di sfuggire ai poliziotti che, li hanno bloccati malgrado si fossero nascosti tra le auto in sosta. Accompagnati negli uffici di polizia, dovranno rispondere di furto aggravato e danneggiamento aggravato in concorso. Così in un comunicato la Questura di Roma. (Agenzia Dire)

Più informazioni su