Rapina gelateria con taglierino ferendo dipendente: arrestato

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese e del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno rintracciato e arrestato un 30enne romano ritenuto responsabile di una rapina all’interno di una gelateria in lungotevere dei Vallati.

Il pomeriggio del giorno precedente, l’uomo era entrato nella gelateria minacciando con un taglierino la dipendente della gelateria, costringendola a consegnare il denaro contenuto in cassa. Il malvivente, non contento del bottino, allo scopo di ottenere altro denaro, ha brandito il taglierino e ha colpito la vittima alla mano destra procurandole una lieve ferita, dandosi poi alla fuga a piedi, lungo l’argine del fiume Tevere, facendo perdere le tracce.

La vittima, una donna originaria del Peru’, ha quindi allertato i Carabinieri che sono giunti immediatamente sul posto e hanno raccolto tutte le informazioni utili al rintraccio del rapinatore ed hanno acquisito le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza della zona. La donna e’ stata poi medicata al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli, riportando 10 giorni di prognosi. Grazie ai video, i Carabinieri sono riusciti ad identificare il rapinatore, gia’ noto per i suoi numerosi precedenti, e si sono immediatamente attivati nelle ricerche.

Nei pressi della sua abitazione, in via Giovanni da Castel Bolognese, i Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese e i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno intercettato e bloccato il 30enne in strada, recuperando e sequestrando anche un pantalone intriso di tracce ematiche, probabilmente indossato durante la rapina. L’arrestato e’ stato portato in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorita’ giudiziaria.