RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Retata antidroga a Tor Bella Monaca: 7 persone in manette foto

Roma – Sette persone sono state arrestate, tutte sorprese a spacciare in via dell’Archeologia nel quartiere di Tor Bella Monaca a Roma. Tra di loro anche un 15enne romano, trovato in possesso di 19 dosi di cocaina e 400 euro.

Non si allenta la stretta dei Carabinieri della Compagnia di Frascati sul fronte del traffico illecito di droga nel quartiere che questa notte hanno messo a segno mirati blitz nelle note piazze di spaccio e minuziose perquisizioni nelle aree condominiali comuni al fine di stanare i pusher e i loro nascondigli. In particolare, uno dei pusher, un 31enne tunisino, e’ stato riconosciuto dai Carabinieri perche’ gia’ sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per precedenti reati di droga.

Il malvivente vistosi scoperto dai militari mentre cedeva alcune dosi di cocaina a due giovani, ha tentato di evitare l’arresto e, per guadagnarsi la fuga, ha opposto resistenza spintonando uno dei Carabinieri intervenuti. Il 31enne e’ stato pero’ bloccato poco dopo in via dell’Archeologia e nelle sue tasche sono state trovate 11 dosi di cocaina e 430 euro.

E’ stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti, evasione e resistenza a Pubblico Ufficiale. I mirati servizi di appostamento e di osservazione hanno poi permesso ai Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca di individuare un locale nel sottotetto di una palazzina in via San Biagio Platani, utilizzato come base di stoccaggio e di approvvigionamento della droga.

Scattato il blitz, i militari lo hanno perquisito rinvenendo 150 g di eroina, 6 panetti di hashish per un peso complessivo di 600 g, 16 dosi di cocaina e un giubbotto antiproiettile. Le indagini dei Carabinieri proseguono per risalire agli utilizzatori del “covo logistico”.

Nel frattempo, tutta la droga – oltre 1 kg tra cocaina, eroina, hashish e marijuana – e il denaro – circa 1.700 euro – sono stati sequestrati, mentre gli arrestati sono stati portati e trattenuti in caserma, in attesa del rito direttissimo. Solo il minorenne, al termine delle attivita’, e’ stato accompagnato presso il Centro di Accoglienza Minori di via Virginia Agnelli.