RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: 2 ammanettati e 3 denunce dopo controlli a Ponte Milvio

Roma – Una massiccia attivita’ di controllo dei Carabinieri e’ scattata nella serata di ieri nel quartiere di Ponte Milvio. Decine di militari della Stazione Roma Ponte Milvio e della Compagnia Roma Trionfale hanno passato al setaccio quella che e’ considerata la ‘culla’ della movida di Roma Nord al fine di prevenire e reprimere fenomeni di illegalita’ e di degrado.

Il bilancio e’ di 2 persone arrestate e altre 3 denunciate a piede libero. A finire in manette sono stati un cittadino della Guinea di 19 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso in possesso di decine di dosi di marijuana pronte per essere vendute in strada, e un cittadino egiziano di 57 anni, irregolare sul territorio nazionale, senza fissa dimora e con precedenti, che e’ risultato gravato da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Roma a marzo del 2017.
L’uomo deve scontare una pena residua di 1 anno, 10 mesi e 15 giorni di reclusione per rapina.
Un cittadino peruviano di 33 anni con precedenti, invece, e’ stato denunciato a piede libero per aver, poco prima, picchiato una ragazza polacca coetanea con calci e pugni provocandole delle lesioni.

I Carabinieri hanno, anche,sorpreso una 42enne romana incensurata in possesso di alcuni generi alimentari e prodotti vari risultati rubati qualche minuto prima in un supermercato di via Riano.Un ragazzo di 27 anni con precedenti e gia’ sottoposto alla sorveglianza speciale e’ stato denunciato a piede libero dai Carabinieri poiche’ sorpreso in compagnia di altre due persone, anche queste con precedenti, in palese violazione delle prescrizioni impartite dal provvedimento cui era soggetto.

Nel corso dell’operazione, inoltre, sono state elevate 32 contravvenzioni al Codice della Strada per infrazioni che vanno dalla mancata revisione dei veicoli alla sosta selvaggia fino alla guida con l’utilizzo di cellulari.
Nessun provvedimento, infine, e’ stato adottato nei confronti dei 6 esercizi commerciali ispezionati dai militari.