Quantcast

Roma: da 8 a 11 dicembre arriva festival Her a San Lorenzo

Più informazioni su

Roma – Un festival di quartiere dedicato all’arte, ai dati e alla cultura dei dati. Si chiama HER: She Loves S. Lorenzo Winter 2018 Edition e animera’ il quartiere della capitale dall’8 all’11 dicembre 2018, con l’obiettivo di favorire un’esplorazione collettiva delle potenzialita’ dei dati che ogni giorno produciamo, trasformandoli in un bene comune al servizio di tutti. Prodotto della riflessione decennale degli organizzatori sul ruolo dei dati digitali nel mondo contemporaneo, il progetto, promosso dal centro di ricerca HER-Human Ecosystems Relazioni, e’ curato da Arianna Forte, e vede la direzione artistica e scientifica di Salvatore Iaconesi e Oriana Persico. “Chi e’ il mio vicino? Come posso farmi aiutare, come stare insieme e vivere felici nel quartiere?”.

Le informazioni contenute nei nostri smartphone, fissate in algoritmi di social network, possono essere usate per restare umani in un mondo sempre piu’ digitale, utilizzando pero’ tutte le potenzialita’ della tecnologia. Questa la convinzione e l’ambizione dei suoi curatori.
“Secondo noi esiste un’alternativa alla societa’ del codice a barre- dichiara Iaconesi- un’alternativa al mondo dei consumi basata sulla riscoperta del piacere di stare insieme riappropriandosi dei dati e usandoli come strumento di relazione”. Si punta, attraverso i linguaggi dell’arte, a rivitalizzare la circolazione di idee e l’espressione delle emozioni per favorire la connessione fra gli attori del territorio, nel quartiere di San Lorenzo, creando reti e cortocircuiti fra mondi diversi, basati sulla condivisione di un progetto culturale utile alla vita di tutti i giorni.
I temi del festival sono tra i piu’ caldi: fake news, umani digitali, cambiamenti climatici e intelligenza artificiale, che HER raccontera’ in apertura del festival, l’8 dicembre, al MACRO Asilo con un’intervista al filosofo Aldo Masullo.

Domenica 9 dicembre e’ la volta di un ‘vernissage distribuito’ delle opere accolte nel quartiere, da esplorare con una ‘Passeggiata rituale’, per arrivare a discutere di disinformazione al tempo dei social network, con una lectio magistralis immersiva, ‘To Fake or not to Fake’. Il giorno dopo, lunedi’ 10 dicembre, in collaborazione con il Cnr, si terra’ la tavola rotonda ‘Disinformazione e societa” in cui sara’ presentato il progetto europeo di ricerca ‘SMART-Study on The Mechanisms that shape Social Media and their impact on Society’ per raccontare disinformazione e fake news, loro implicazioni, metodi e tecnologie usate per combatterle nell’ambito di un’infosfera europea capace di contribuire alle liberta’ e ai diritti dei cittadini.

In chiusura, martedi’ 11 dicembre, al RUFA Space-Rome University of Fine Arts, in programma un incontro tra arte e scienza sui cambiamenti climatici in atto, con una tavola rotonda a cura di Elena Giulia Rossi e Pier Luigi Capucci intitolata ‘Alla ricerca dei dati/Looking for Data’. L’iniziativa fa parte del programma di ‘Contemporaneamente Roma 2018’, promosso dall’assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale e realizzato in collaborazione con Siae, Esc Atelier, 4Changing spa, Aos-Art is Open Source, Fotonica Festival, HER, RUFA-Rome University of Fine Arts, Cnr, Exibart e quartiere San Lorenzo.

Più informazioni su