RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: dopo ferimento bimba rom appello a Mattarella

Roma – “Martedi’ 17, a Roma, intorno alle 18 un gruppo di rom stava tornando dal parco giochi di via Togliatti quando contro di loro e’ stato esploso un colpo con una pistola ad aria compressa. Il colpo ha ferito alla schiena Cirasela, una bimba di 15 mesi, che era in braccio alla mamma e ora e’ all’ospedale: il proiettile ha leso la piccola colonna vertebrale della bimba che ora rischia di rimanere paralizzata. Perche’? Perche’ a un essere innocente deve essere distrutta la vita? Perche’ una famiglia, povera e indifesa, deve precipitare nella disperazione colpita nel suo bene piu’ prezioso e unico, i figli? Perche’ puo’ esistere qualcuno di cosi’ vigliacco da sparare a gente inerme che cammina per strada per far loro del male? Noi sappiamo perche'”.

“Noi sappiamo che dieci anni di campagne di discriminazione e odio contro chi non ha altra colpa che essere diverso hanno coltivato rancore e rabbia in chi ha bisogno di trovare un colpevole al proprio disagio, all’insicurezza del presente, all’incertezza del futuro”.

Lo si legge in una lettera della comunita’ Rom e Sinta indirizzata al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. A firmarla le associazioni Alleanza Romani’, Accademia d’arte romani’, Associazine nazionale Them Romano’ onlus, FederArteRom, Associazione Upre Roma, Associazione Amici di Zefferino, Associazione Romani Kriss, Associazione Sinti italiani di Prato, Associazione Nevo Drom, Associazione Rom in Progress, Associzione New Romalen, Associazione Futurom, Associazione Romni onlus, Associazione Rowni, Associazione Rom e Romnia Europa, Associazione Sucar Drom e Associazione cittadinanza e minoranze.