RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: intensi controlli Carabinieri in piazza dei Cinquecento, 3 arresti

Roma – Ieri sera, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro, coadiuvati nella fase esecutiva dai militari della Compagnia di Intervento Operativo dell’VIII Reggimento Lazio, hanno eseguito un’intensa attivita’ di controllo nei pressi di piazza dei Cinquecento. Il bilancio e’ di 3 persone arrestate, 9 denunciate a piede libero e altre 10 sanzionate con il Daspo Urbano.

I Carabinieri hanno arrestato un 27enne nigeriano, senza fissa dimora, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emesso lo scorso 4 giugno dalla Corte di Appello di Ancona – Sezione Penale, per l’inosservanza dell’obbligo presentazione in caserma, a cui era sottoposto per violenza sessuale. Il 27enne e’ stato portato in carcere a Regina Coeli. Due cittadini africani, un 19enne del Gambia e un 20enne del Senegal, entrambi senza fissa dimora e con precedenti, sono stati arrestati perche’ sorpresi in via Giolitti angolo via Gioberti in possesso di oltre 20 dose di marijuana, pronte per la cessione.

I Carabinieri hanno, poi, denunciato a piede libero tre cittadine romene, un cittadino del Bangladesh e uno dell’Iraq, perche’ sorpresi, all’interno della stazione ferroviaria, a molestare passeggeri in transito e viaggiatori in attesa, con richieste di elemosina o offrendo con insistenza loro assistenza presso i distributori automatici di biglietti. Denunciati anche un cittadino libico e altri tre cittadini romeni, tutti con precedenti, per l’inosservanza del foglio di via obbligatorio con divieto ritorno nel comune di Roma.

I Carabinieri hanno proposto per il Daspo Urbano 10 cittadini stranieri sorpresi a stazionare nelle aree di accesso e transito della stazione ferroviaria, limitandone la libera accessibilita’ e la fruizione ai passeggeri in transito, notificando a loro carico un ordine di allontanamento per 48 ore.

I Carabinieri hanno anche inviato la segnalazione al sindaco di Roma per l’irrogazione della prevista sanzione pecuniaria da 100 a 300 euro ciascuno. Cosi’ in un comunicato il Comando provinciale Carabinieri Roma.