Quantcast

Roma-Liverpool: 12 multe per vendita alcolici

Sei gli indagati per inottemperanza all'ordinanza prefettizia di divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche

Roma – I servizi di sicurezza, iniziati fin dalla serata del primo maggio si stanno concludendo. Hanno richiesto un grande dispiegamento delle forze dell’ordine, impegnate a far si che l’evento sportivo potesse svolgersi nella massima sicurezza e tranquillità. Positivo il bilancio conclusivo. Nessuna criticità di rilievo e’ stata infatti riscontrata nel corso della permanenza dei tifosi inglesi nella Capitale. Grazie al dettagliato piano predisposto con ordinanza del questore Guido Marino, che ha permesso di realizzare un capillare controllo del centro storico e di ottimizzare le operazioni di afflusso e deflusso allo stadio.

La task force, impegnata nei controlli per il rispetto delle ordinanze prefettizie e per contrastare l’abusivismo commerciale, ha operato senza soste. Riuscendo ad individuare due persone, peraltro già note alle forze dell’ordine, che stavano proponendo in vendita dei biglietti falsi. Realizzati con un layout grafico identico a quello ufficiale, adattato per l’evento.

Vendita alcolici

I due sono stati denunciati e sottoposti alla misura del daspo, esteso in ambito UE. Inoltre, l’attività effettuata ha permesso di elevare 12 sanzioni amministrative per commercio abusivo di generi alimentari e bevande alcoliche, per un importo di circa 60 mila euro. Sei gli indagati per inottemperanza all’ordinanza prefettizia di divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche.

Il questore Guido Marino, ad operazioni ultimate, ha voluto rivolgere un plauso ed un ringraziamento alle forze dell’ordine. Che, con spirito di sacrificio, hanno contribuito al raggiungimento del risultato. Ringraziamento esteso a tutti gli altri enti che hanno contribuito nelle operazioni in questi giorni di grande impegno. Un particolare ricordo ha voluto poi dedicare ad un ispettore superiore della Polizia di Stato  che, impegnato in questi giorni nella Capitale, è deceduto ieri mattina per un malore.