Quantcast

Roma: manifestazione per chiedere riapertura stazione Repubblica foto

Roma – Riaprire entro Pasqua la stazione ‘Repubblica’ della metro di Roma. Questa la richiesta del comitato civico che oggi ha organizzato un sit in davanti alla fermata della piazza, chiusa da oltre 4 mesi a seguito dell’incidente che coinvolse alcuni tifosi del Cska Mosca a ottobre.

Alla manifestazione hanno partecipato cittadini, comitati, rappresentanti delle istituzioni ed esponenti delle opposizioni.
“La nostra richiesta- ha spiegato la portavoce del comitato ‘Riaprire la stazione Repubblica’, Cristina Barletta- e’ di riaprire la stazione metro Repubblica almeno entro la domenica di Pasqua, per cercare di arginare le difficolta’ dei residenti e degli esercenti, che hanno subito dei danni fino a un -30% del fatturato, con punte di -70% su via Nazionale”.

I responsabili del comitato chiedono al Comune di mostrare i documenti che accerterebbero, “come asserisce”, che la causa della chiusura sia la mancanza di pezzi di ricambio. “Perche’ qui nessuno ci crede piu'”, hanno aggiunto. “Il comitato di ‘Repubblica’ ha ragione- ha aggiunto Francesco Carpano del neonato comitato ‘Roma Domani’, alla sua prima uscita- La metro va riaperta in modo spedito e la responsabilita’ della chiusura e’ tutta del Comune visto che Atac e’ una controllata al 100% del Campidoglio. Qui non c’e’ governo della citta’ e nemmeno piu’ controllo del territorio, anche sul fronte dei rifiuti. Anche per questo proponiamo che i Municipi diventino veri e propri Comuni”.

“Siamo qui- ha aggiunto il presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi- perche’ la chiusura di tre fermate di metro sta creando disagi forti agli esercizi commerciali, ai residenti, ma soprattutto ai lavoratori che vengono dalle altre zone di Roma e dalla provincia a lavorare in centro. In questi mesi, da parte dell’assessore alla Mobilita’, Linda Meleo, non c’e’ stata alcuna spiegazione. La richiesta che arriva da questa piazza e’ quella di darci una soluzione: quando riapriranno e cosa pensano di fare? Servono soluzioni immediate di manutenzione e di lungo termine”.

“Roma e’ al collasso- ha aggiunto il segretario del Pd Roma, Andrea Casu- 186 milioni stanziati da Gentiloni e Delrio per le metro non sono stati utilizzati da Raggi e Toninelli. Per questo oggi siamo scesi in piazza con i cittadini che si stanno sollevando contro questa amministrazione che sta rendendo impossibile la mobilita’ dei romani e mettendo a rischio i commercianti e la nostra economia. Anche per questo oggi chiederemo le dimissioni della Raggi in assemblea Capitolina”.

“Grazie al comitato e ai commercianti che si sono riuniti oggi per dare una risposta- ha concluso la consigliera della lista civica RomaTornaRoma, Svetlana Celli- arriva una scossa all’amministrazione. Ci troviamo di fronte a una situazione assurda: ci sono 3 fermate chiuse con i commercianti che chiedono da tempo di avere un contatto con l’assessore Meleo e Raggi. Ma non c’e’ stata alcuna possibilita’ di essere ascoltati, la sindaca non li ha ricevuti”.