RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: sequestrati 12.000 articoli contraffatti

Roma – La collaborazione tra la Polizia Locale di Roma Capitale e l’Agenzia delle Dogane, nata diversi mesi fa, ha permesso di infliggere un altro duro colpo al fenomeno della contraffazione. Dopo l’intervento di alcune settimane fa, in zona Prenestina, si e’ conclusa in questi giorni un altra importante operazione nell’ambito della lotta al fenomeno della contraffazione. Il Gruppo Gssu (Gruppo Sicurezza Sociale Urbana) della Polizia Locale e l’Ufficio Antifrode, dell’Agenzia delle Dogane di Roma1, hanno portato a termine un sequestro di circa 12.000 articoli contraffatti di un noto marchio internazionale di telefonia.

L’attivita’ di indagine ha permesso di individuare due vasti magazzini, siti in via Ambrogio Binda ed in via dell’Omo, dediti al commercio all’ingrosso di telefoni e relativi accessori, tutti contraffatti. I prodotti d’importazione, pronti per essere distribuiti sul mercato internazionale, avrebbero generato un giro di affari di diverse centinata di milioni di euro. Grazie ad una serie di accurati accertamenti e ad un continuo monitoraggio effettuato sul territorio dal personale della Polizia Locale e dell’Agenzia delle Dogane, e’ stato possibile scoprire tali attivita’ illegali.

Importante il supporto tecnico della Indicam (ente a tutela dei marchi) che, sulla scorta di un protocollo d’intesa con l’Amministrazione Capitolina, ha fornito la consulenza necessaria al fine di accertare l’effettiva contraffazione dei modelli, del tutto identici agli originali. I responsabili degli illeciti, due cittadini di nazionalita’ cinese di circa 40 anni, sono stati deferiti all’Autorita’ Giudiziaria per il reato di importazione di merci contraffatte, ricettazione e vendita di prodotti industriali con marchi falsificati.
Cosi’ in un comunicato la Polizia locale di Roma Capitale.