RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma, studentessa cinese trovato cadavere

Più informazioni su

Trovato cadavere a Roma: è studentessa cinese

E’ di Zhang Yao, la ragazza cinese di 21 anni scomparsa lunedì scorso, il corpo ritrovato nella notte a Roma in un cespuglio vicino ai binari della ferrovia tra via di Tor Sapienza e via Sansoni.  In realtà l’ufficialità non è ancora arrivata, sulla vicenda indaga la polizia, perchè per quella bisogna attendere il riconoscimento del cadavere da parte dei genitori.  Ma dopo le prime analisi non ci sarebbero dubbi sul fatto che si tratti proprio della studentessa dell’Accademia delle Belle arti di via di Ripetta.

cinese scomparsa roma

cinese scomparsa roma

Cronaca di Roma: studentessa cinese serve l’autopsia

Il corpo, che è stato portato all’Istituto di medicina legale, non sarebbe in buone condizioni, e servirà l’autopsia per stabilire con precisione le cause del decesso: tra le ipotesi, infatti, c’è anche quella dell’impatto con un treno. (nella foto il luogo dove è stato trovato il cadavere). Investita da un treno mentre rincorreva i ladri che le avevano rubato la borsa. E’ questo quello che potrebbe essere accaduto alla studentessa cinese scomparsa a Roma lunedì e trovata morta nella notte.

Studentessa cinese il video

C’è una telecamera a circuito chiuso che ha ripreso gli ultimi istanti di vita di Zhang Yao. Una telecamera posta su un capannone industriale nella zona di via Salviati in cui, oltre alla ragazza, si intravedono anche “tre ombre in movimento”.

Un dato che sembra confermare la versione che la ragazza diede ad una sua amica al telefono quando disse che stava inseguendo tre uomini di colore che l’avevano appena borseggiata. Chi indaga spiega che la qualità delle immagini è scarsa ed è quindi complesso individuare chiaramente i tre rapinatori.

Nell’inseguire i suoi rapinatori la ragazza cinese sarebbe salita sulla massicciata che costeggia la ferrovia e sarebbe stata travolta da un treno in transito morendo sul colpo. Da un primo esame del cadavere risultano infatti compatibili le ferite con un impatto violento. Al momento il fascicolo di indagine, coordinato dal pm Pierfilippo Laviani, ipotizza il reato di rapina e non più quello di sequestro di persona.

Il commento della comunità cinese a Roma

“Sono scioccata: di fronte a notizie come questa non c’è nulla da commentare. Lei era scomparsa da alcuni giorni, l’ambasciata insieme alla comunità si era subito mossa affidandosi alla polizia italiana, di cui abbiamo grande fiducia. Eravamo tutti in attesa, anche se le prospettive non dicevano nulla di buono. Io personalmente avevo pensato subito che c’era qualcosa che non andava, in quanto la ragazza sapeva parlare bene l’italiano e si sarebbe potuta mettere in contatto con chiunque. Tutta la comunità è scioccata, come può succedere una cosa del genere?”.

Così Lucia King, portavoce della comunità cinese a Roma interpellata dall’ANSA, commenta la vicenda della ragazza cinese scomparsa lunedì a Roma e, secondo quanto emerge da chi indaga, trovata morta oggi, investita da un treno mentre inseguiva i ladri che le avevano rubato la borsetta.
“La ragazza aveva venti anni – racconta King – veniva dalla Inner Mongolia e studiava all’Accademia delle Belle Arti di Roma. A quanto so i genitori stanno raggiungendo l’Italia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.